Bimbi si ammalano dopo il pranzo: sospesa refezione in 19 scuole

Bimbi si ammalano dopo il pranzo: sospesa refezione in 19 scuole

Diversi gli istituti dell’area nord e del centro città coinvolti. L’Assessore Palmieri: “tutelare sicurezza e salute dei piccoli”

NAPOLI – Emergenza refezione scolastica nelle Municipalità 8 e 4 di Napoli, territori che comprendono diverze zone dell’area nord e del centro. Nei giorni scorsi si erano verificati casi di dissenteria, mal di pancia e febbre su alcuni bambini che frequentano la scuola dell’infanzia “Fratelli Cervi” a Scampia, mentre nella giornata di ieri era partita la sospensione precauzionale nelle due Municipalità poiché entrambe servite dalla identica ditta fornitrice dei pasti, la Sirio di Caivano. L’assessore del Comune di Napoli Annamaria Palmieri- come riportato da ilmattino.it- in una riunione con dirigenti Asl e presidenti delle Municipalità Senza refezione, ha deciso di protrarre la sospensione in attesa del completamento sia delle indagini che la stessa Asl ha avviato e che sono tuttora in corso, sia delle procedure amministrative necessarie per assicurare al meglio quanto prima la ripresa del servizio.

Le scuole coinvolte sono ben 19 e sono: gli asili nido “Fratelli Cervi”, “Fata Colorella”, “Janfolla”, “Mondo Gioioso”, “Mary Poppins”, “Giovanni XXIII” e le scuole per l’infanzia “d’Aragona”, “Labriola l.10H”, “Dietro la Vigna”, “Perrault”, “Fratelli Cervi”, “Labriola lotto 1N”, “Scaglione” 3 “Monterosa” nella Municipalità 8, e l’asilo nido “Bice Zona”, le scuole per l’infanzia “Gesmundo”, “Beltramelli” “Chiara d’Assisi” e “San Francesco d’Assisi” della Municipalità 4.

«Tuteleremo il diritto all’istruzione e al Tempo Pieno ma riteniamo necessario in primis acquisire ogni elemento utile per tutelare sicurezza e salute dei bambini il che è possibile solo garantendo la massima qualità e sorveglianza sui pasti che il Comune come stazione appaltante richiede a chi fornisce il servizio» dichiara l’assessore Palmieri.

Facebook Comments

You may also like

La morte di Antonio, l’Ass. Guarino: “revocammo l’utilizzo dei paletti ma Giugliano non ci rispose”

"Abbiamo sempre ritenuto pericolosi quei dissuasori della sosta - ha dichiarato l'esponente della Giunta Punzo a Villaricca - siamo addolorati per la tragedia"