Velantariato: sport accessibile, vela e formazione

Velantariato: sport accessibile, vela e formazione

L’associazione ONLUS “Peepul Sport” forma gratuitamente 30 giovani all’attività di “Facilitatore Sportivo Solidale”. La figura del Facilitatore è determinante per garantire la partecipazione al velismo dei giovani specialmente abili

@Saverio Nappo

NAPOLI – Lo sport è per tutti, nessuno escluso. Compreso la vela. Questa è la regola universale sulla quale si basa, probabilmente, tutta la natura aggregativa e sociale dello sport stesso. Non esistono differenze o distinzioni ammissibili che possano in alcun modo escludere qualcuno dalla pratica sportiva. È forse per questo che lo sport è usato come collante sociale, come melting pot culturale. Lo sport è libero e equo. È forse per questo che sognare un successo sportivo è molto più facile che sognare un successo professionale. Detto ciò, da anni, in molti hanno canalizzato le loro energie e competenze nell’intento di abbattere tutte le barriere architettoniche e sociali esistenti – ancora nel 2017 – nel mondo dello sport. In particolar modo, in quelle aree in cui si praticano sport meno “popolari”. La ONLUS Peepul Sport, ad esempio, si occupa di velismo e di accessibilità dei disabili al velismo.

Presentazione di un evento targato Velantariato

Peepul Sport – Associazione Sportiva Dilettantistica Peepul Sport ONLUS – affiliata alla Federazione Italiana Vela (FIVe al Centro di Avviamento Sportivo Paraolimpico (CASP), per il secondo anno consecutivo, organizza un corso di formazione per “Facilitatore Sportivo Solidale”. Il corso, come indicato dalla stessa Associazione Sportiva, è rivolto a 30 giovani (età massima 35 anni) e si pone l’obiettivo di potenziare le capacità del volontario per trasferirgli le competenze necessarie per accompagnare/assistere i disabili in ambito sportivo. Il corso – totalmente gratuito – si svilupperà attraverso una preparazione teorica (44 ore di aula, presso la sede associativa di Via Carlo Poerio, Napoli), una in e-learning (16 ore totali) e, infine, una totalmente applicativa (30 ore di tirocinio pratico preso le basi nautiche dislocate a Nisida e al Molosiglio).

Partnership e loghi di presentazione

La figura del “Facilitatore Sportivo Solidale” (clicca qui) è importantissima proprio perché è grazie alla sua funzione che lo sport rispetta la sua natura aggregativa e socialmente attiva. Lo sport è per tutti, nessuno escluso. Lo abbiamo detto in apertura di questo articolo e lo ripetiamo. Se lo ripete di continuo anche la Peepul Sport che si impegna nel formare coloro che abbatteranno le barriere architettoniche e sociali che, altrimenti, impedirebbero agli appassionati di vela “specialmente abili” di vivere, appunto, la loro passione: «l’intervento andrà ad incidere sul ruolo degli operatori, sul loro modo di porsi all’interno dell’attività sportiva, fornendo loro una serie di competenze relazionali e comunicative fondamentali per un’adeguata integrazione sia con gli utenti che con le loro famiglie».

Per maggiori informazioni e per scaricare la scheda di iscrizione visita il sito:  http://www.velaccessibile.it

Vela e Napoli, what else?

 

Facebook Comments

You may also like

Le uova contaminate arrivano in Campania: sequestrati 2 allevamenti

Dopo Olanda, Belgio, Francia, Gran Bretagna e Germania, sono arrivate anche in Italia