La tragica morte di Alessia: non sapeva nuotare e non voleva entrare in mare

La tragica morte di Alessia: non sapeva nuotare e non voleva entrare in mare

Era a riva quando un colpo di mare l’ha travolta trascinandola via sotto gli occhi delle amiche terrorizzate che hanno visto il suo corpo portato via dalle onde

ISCHIA – Doveva essere un’estate di relax e divertimento per Alessia e le sue amiche, giunte sull’isola da pochi giorni dove avevano fittato un piccolo appartamento. Purtroppo il destino ha voluto altro. Alessia è morta ieri tra le onde del mare forza 4 a cava dell’isola. Non è riuscita a resistere alla violenza della mareggiata e alle fortissime correnti che l’hanno trascinata via e sbattuta contro le rocce e la scogliera che caratterizza quel tratto di costa.

E’ morta così Alessia Piatti, 18 anni, napoletana del Rione Alto. Le sue amiche dalla riva hanno solo potuto assistere inermi alla tragedia. Hanno chiesto aiuto ma l’amica era già in balia delle onde e nessuno ha potuto neanche tentare di salvarla. Il corpo senza vita di Alessia è stato ritrovato poi al largo della spiaggia di Citara completamente in balia delle correnti che lo avevano spostato da una tratto di spiaggia all’altro.

Da una prima ricostruzione pare che Alessia non sapesse nuotare e non avesse intenzione di fare il bagno. La giovane si sarebbe trovata a riva, senza nessuna intenzione, però, di entrare in acqua, d’improvviso un colpo di mare l’ha travolta, trascinandola in acqua, via per sempre.

Sul corpo della giovane è stata disposta l’autopsia. I familiari di Alessia sono stati avvertiti, giungendo sull’Isola per l’identificazione della salma che è stata trasportata all’ospedale Rizzoli.

Alessia, che avrebbe compiuto tra poche settimane 19 anni, era alla sua prima esperienza di vacanza indipendente, da maggiorenne.

Tragico venerdì sulle spiagge della Campania: tre morti travolti dal mare

Facebook Comments

You may also like

Schianto al Centro Campania, 3 feriti: tra loro anche una 23enne di Villaricca

Necessario l'intervento dei vigili del fuoco per estrarre le vittime dalle auto