Tragedia in mare: muore annegato un consigliere comunale del napoletano

Tragedia in mare: muore annegato un consigliere comunale del napoletano

L’uomo si trovava in compagnia della fidanzata. Tempestivo ma inutile, per il 31enne, l’intervento della guardia costiera

SORRENTO – Agostino Navarro, 31enne consigliere comunale di Volla, ha perso la vita oggi a Sorrento, nel tratto di mare tra la Solara e la Pignatella. L’uomo- come riporta ilmattino.it- era sulla scogliera con la fidanzata quando sono stati trascinati in mare dalle onde. Accorsi sul posto, gli uomini della Capitaneria di porto hanno recuperato e trasportato la coppia sulla terraferma. La donna è stata rianimata, mentre per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

La segnalazione alla sala operativa dell’ufficio marittimo di Sorrento è arrivata in tarda mattinata. In pochi minuti gli uomini della Capitaneria di porto di Castellammare, diretti dal comandante Guglielmo Cassone, sono intervenuti via mare e terra per soccorrere i due bagnanti che non riuscivano a raggiungere la riva a causa delle avverse condizioni meteo. Una motovedetta e due mezzi privati presenti in zona hanno rapidamente raggiunto lo specchio acqueo tra la Pignatella e la Solara. Sul posto anche un elicottero della Guardia Costiera, impegnato in attività di pattugliamento nel golfo di Napoli ma subito dirottato in penisola sorrentina.

Le condizioni del 31enne napoletano sono apparse immediatamente gravi: nonostante i ripetuti tentativi di rianimazione, l’uomo è morto. La compagna, invece, è in discrete condizioni di salute. Ora la Capitaneria di porto è al lavoro per chiarire le cause della tragedia. Probabile che a stroncare la vita del 31enne napoletano siano state le avverse condizioni meteo, ampiamente previste dall’Aeronautica e comunicate anche dalla Capitaneria di porto.

«Bisogna prestare attenzione – ammonisce il comandante Cassone – A chi usufruisce del mare ricordo che la prima forma di prevenzione è l’amore per se stessi. Non bisogna portare all’eccesso determinate forme di divertimento. Ogni attività va svolta osservando la normativa che la disciplina e il comune buon senso e tenendo presente che il mare è un elemento naturale che va rispettato e mai affrontato con superficialità o imperizia».