Weekend di sport, tappa del torneo federale di beach volley al Key Beach Park

Weekend di sport, tappa del torneo federale di beach volley al Key Beach Park

Start del torneo sabato mattina alle ore 9 per poi proseguire sino alle finali di domenica pomeriggio alle 17.30.

LICOLA – Un weekend di sport sulla spiaggia di Licola. Sabato 5 e domenica 6 agosto l’arenile del Key beach sarà protagonista di un torneo federale di categoria B2 di beach volley organizzato in concomitanza con la tappa del campionato italiano che si svolge questa settimana a Casalvelino Marina.

Più di cinquanta atleti tra uomini e donne si contenderanno la vittoria per aggiudicarsi punti utili alla scalata delle posizioni nella classifica italiana. Si parte sabato mattina alle 9 per poi proseguire sino alle finali di domenica pomeriggio alle 17.30.

«Siamo felicissimi di organizzare su questa magnifica spiaggia, incastonata tra le isole del golfo di Napoli, un torneo di beach volley di rilevanza nazionale. È l’appuntamento più importante che si svolge in provincia di Napoli e Caserta con campioni nazionali e locali e siamo certi che sarà un ottimo trampolino di lancio per tutto il movimento sportivo napoletano» dichiara Mario Canzanella organizzatore sportivo della South beach academy.

Grande soddisfazione anche da parte dei gestori del Key beach Giuseppe Ferrara e Alessandro Serino.«Al Key ospitiamo cinque campi da beach volley, questo ci rende una struttura all’avanguardia sul territorio nazionale – spiegano – Il nostro litorale è per l’ampiezza del suo arenile e la bellezza paesaggistica il luogo ideale dove sviluppare questo magnifico e interessante sport. In questi anni la nostra location si è contraddistinta per la qualità dei servizi offerti e oggi puntiamo a divenire una realtà importante anche nel mondo sportivo. Non solo beach volley, infatti, ma anche altre attività: basti pensare che il mese scorso abbiamo avuto una kermesse di spinning con più di 500 partecipanti».

COMUNICATO STAMPA

Facebook Comments

You may also like

Vincenzo narcotizzato e chiuso vivo in un sacco. Poi ucciso nella casa dell’assassino

La nuova ipotesi investigativa: la vittima drogata da Ciro e trasportata in macchina fino alla casa di Giugliano dove sarebbe stato poi ucciso a colpi di pistola. Così si spiegherebbero tante cose