Estorsione per conto del clan, commerciante giuglianese arrestato dai carabinieri

Estorsione per conto del clan, commerciante giuglianese arrestato dai carabinieri

Si era fatto consegnare dalla vittima i soldi ricevuti per la vendita di una macchina

GIUGLIANO – I carabinieri della stazione di Varcaturo, coordinati dalla compagnia di Giugliano, hanno arrestato per estorsione continuata in concorso Antonio Immacolato Granata, pregiudicato giuglianese classe ’46 titolare di un autosalone a Lago Patria. Granata si era fatto consegnare 500 euro da un cittadino di Giugliano come acconto della somma di 1000 euro ricevuta quale caparra per la vendita della propria vettura da parte di un 30enne anch’esso di Giugliano.

L’ESTORSIONE PER CONTO DEL CLAN

estorsioneLa somma era stata richiesta più volte, sotto minaccia, da Granata per conto della malavita locale. Dopo essere stato arrestato, l’estorsore è stato condotto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida a disposizione dell’autorità giudiziaria.