Gestione complesso Monte Faito, Beneduce: “ancora stallo dalle istituzioni”

Gestione complesso Monte Faito, Beneduce: “ancora stallo dalle istituzioni”

“Gravi questioni- dice la consigliera regionale di FI -non sono state affrontate da chi ha la responsabilità amministrativa del territorio”

NAPOLI – “A quasi due anni dalla prima audizione in Commissione Trasparenza, siamo qui a constatare che ancora nulla è stato fatto”. Cosi interviene la consigliera Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia, a margine della audizione tenutasi oggi in Commissione Trasparenza alla presenza dei rappresentanti della Direzione Regionale Demanio e Patrimonio, della Città Metropolitana, dell’Ente Parco e dell’Associazione IVIX Faito 1444.  “L’audizione si è tenuta per effettuare un aggiornamento sullo stato della problematica relativa alla gestione e tutela del complesso Monte Faito anche a seguito dei gravi incendi intervenuti durante l’estate, assenti i Comuni interessati”. “Dall’audizione è emerso che per quanto riguarda il patrimonio immobiliare tutte le strutture risultano ancora abbandonate, analogamente abbandonate risultano le zone boschive, almeno quelle residue non interessate dai recenti incendi”.

“Le gravi questioni di dissesto idrogeologico e di viabilità, allo stesso modo non sono state affrontate da chi ha la responsabilità amministrativa del territorio”.  “Ma il dato più sconcertante è la difficoltà ad affrontare situazioni emergenziali perché la frammentazione delle competenze, in capo a molteplici soggetti, non consente un coordinamento di azioni rapidi ed efficienti”. “Intanto  sulla questione manutenzione ordinaria la consigliera Beneduce ha chiesto alla Direzione Generale Demanio la presenza di un presidio costante di operai della SMA Campania; richiesta condivisa da tutti presenti al tavolo”. “La gestione amministrativa e finanziaria del Complesso Monte Faito deve essere affidata ad un unico soggetto che possa programmare e progettare un piano di azioni ordinarie e straordinarie con dei tempi certi di realizzazione – su questo punto presenterò una mozione al Presidente De Luca” – conclude la Beneduce.