Bimbo muore subito dopo il parto: poliziotti in ospedale

Bimbo muore subito dopo il parto: poliziotti in ospedale

I medici si sono accorti che il piccolo non respirava e non piangeva e a quel punto è stato portato via

MARCIANISE – 5 ottobre 2017, una data che non dimenticheranno facilmente i genitori di Tommaso Barca, il neonato “nato morto” all’ospedale di Marcianise. La vita del piccolo Tommaso Barca è durata pochissimi istanti: il piccolo si è spento in un respiro, mai udito dai genitori, insieme al momento del parto, avvenuto in una stanza del nosocomio casertano in circostanze tutte da chiarire. Circostanze che sono oggetto ora di una doppia denuncia e di un’indagine appena aperta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. Tutta la vicenda è iniziata la mattina di venerdì 5 ottobre quando Bianca Tudor, la madre del piccolo, all’ottavo mese di gravidanza si reca in ospedale per dei dolori alla pancia.

Ai medici ha riferito di accusare dolori e dal pronto soccorso è stata trasferita in una camera. Proprio in quella stanza d’ospedale è avvenuta la tragedia: la donna, stando alla denuncia formalizzata alle forze dell’ordine, non è stata portata in sala travaglio ed ha dato alla luce il piccolo nel letto della sua stanza, assistita dal marito, dalla cognata e dalla suocera. I medici, però, si sono accorti che il piccolo non respirava né piangeva e a quel punto Tommaso è stato portato via, ma 20 minuti dopo al padre è stata annunciata la tragedia: Tommaso era nato già privo di vita.

La famiglia ha voluto andare fino in fondo alla vicenda e così è stata formalizzata una prima denuncia ai carabinieri che è servita alla Procura per far aprire il caso, mentre la donna veniva dimessa dall’ospedale appena 7 ore dopo la tragedia, stando a quanto riferito. Il magistrato di turno ha disposto l’autopsia che si è tenuta nelle scorse ore.

Come riporta il sito internet EdizioneCaserta.it, il corpo del piccolo è arrivato così questa mattina alla camera mortuaria dell’ospedale. In ospedale sono arrivati anche i poliziotti del commissariato di Marcianise che hanno provveduto a sequestrare la cartella clinica ed altra documentazione. E’ stata acquisita anche una seconda denuncia dei genitori, dalla quale ora prenderà le mosse l’indagine. I genitori hanno confermato agli investigatori che la gravidanza era stata fino a quel momento portava via senza problemi e nulla faceva pensare alla tragedia che è poi avvenuta. La famiglia ora vuole andare fino in fondo in questa vicenda e ottenere giustizia per il piccolo Tommaso.

FOTO DI REPERTORIO