Operazione “Alto impatto”: 2 arresti e 4 persone denunciate

Operazione “Alto impatto”: 2 arresti e 4 persone denunciate

Sequestrati 30 chili di dolci in cattivo stato di conservazione in un noto bar di Qualiano

operazione

QUALIANO – A conclusione dello specifico servizio di “alto impatto” per il contrasto all’illegalità diffusa, svolto tra le 14 e le 20 da militari della locale stazione ed altro personale dipendente di rinforzo,, da ore 14:00 a ore 20:00, sono stati tratti in arresto i seguenti pregiudicati:

1. Carratù Lorenzo, classe ’65, residente a Qualiano pluripregiudicato, in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso il 10 ottobre dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, dovendo espiare la pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione, colpevole di estorsione aggravata commessa il 6 settembre 2005 a Filottrano (Ancona);

2. Graziosi Aldo Ettore, classe 1966, residente a Qualiano pregiudicato, in esecuzione all’ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare dovendo espiare la pena di 10 mesi di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’influenza di sostanze stupefacenti, accertata a Santa Maria di Capua Vetere il 09.01.2008.

Deferiti in stato di libertà, coadiuvati in fase esecutiva da agenti della polizia municipale del luogo e dall’Asl Napoli 2 nord di Pozzuoli:

Due coniugi di Qualiano resisi responsabili dei seguenti reati:
– allestimento discarica abusiva;
– combustione illecita di rifiuti;
– abusivismo edilizio;
– lottizzazione abusiva,

poiché in qualità di proprietari di due immobili siti in via Ripuaria, risultati totalmente edificati abusivamente, avevano allestito all’interno dell’area del cortile in comune, una discarica abusiva costituita da svariati rifiuti di varia natura (materiale plastico, metalli misti, vetro e materiale di risulta edile), porzioni di questi venivano anche incendiati.

Gli immobili e l’intera area sono stati sottoposti a sequestro.

3) Una donna di Giugliano classe 1957, responsabile di abusivismo edilizio, poiché, in qualità di proprietaria di un immobile in via di ultimazione articolato su 2 piani con 7 appartamenti e 4 locali commerciali, aveva realizzato alcune difformità edilizie rispetto al permesso a costruire rilasciato (aumento volumetrico di alcuni locali e diversa distribuzione interna di tutti gli appartamenti). L’intero complesso immobiliare è stato sequestrato.

4) Il gestore di un bar di Qualiano, deteneva 30 chili di gelati, pasticcini e torte in cattivo stato di conservazione, ed inoltre altri alimenti privi di tracciabilità.

La struttura ha ricevuto una sanzione pecuniaria di 1500 euro, oltre ad 2000 euro per mancanza del piano di autocontrollo nel settore della ristorazione. Gli alimenti sono stati sottoposti a sequestro.

Elevate 7 contravvenzioni al Codice della strada di cui:
– 4 per mancata copertura assicurativa;
– 1 per guida senza patente;
– 1 per omessa revisione;
– 1 per mancato uso delle cinture di sicurezza.