Sant’Antimo, spari contro l’auto del tecnico: “atto vile e gravissimo”

Sant’Antimo, spari contro l’auto del tecnico: “atto vile e gravissimo”

Il centrodestra: “il sindaco eviti illazioni e faccia pienamente il suo dovere denunciando senza tentennamenti e con chiarezza l’inquinamento di cui parla”

SANT’ANTIMO – “Il vile atto di intimidazione ai danni del neo responsabile dell’Ufficio Tecnico del Comune di Sant’Antimo, cui va la nostra piena solidarietà, è un fatto gravissimo sul quale è necessario fare piena luce. Ma è altrettanto grave che un sindaco, che avoca a sé la responsabilità di firma solo di alcuni atti di comodo non senta forte il dovere di farlo anche e soprattutto per quelli più spinosi lasciando praticamente soli i funzionari e i lavoratori più esposti”.

Così una nota delle forze politiche del centrodestra di Sant’Antimo, per le quali “poiché il tempo della demagogia da campagna elettorale è finito da un pezzo, il sindaco eviti illazioni e faccia pienamente il suo dovere denunciando senza tentennamenti e con chiarezza l’inquinamento di cui parla”. “In questo caso – conclude la nota – ci avrà dalla sua parte”.

L’ACCADUTO

Alcuni colpi di pistola sono stati esplosi contro l’auto di un tecnico comunale di Sant’Antimo. L’episodio si è verificato in via Formia mentre si stava recando a lavoro. L’uomo da pochi giorni si era trasferito nella Sezione Urbanistica del comune dell’hinterland napoletano. Tutto lascia pensare ad un atto intimidatorio anche perchè, secondo le prime indiscrezioni che filtrano, non sarebbe il primo episodio del genere ai suoi danni. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Sant’Antimo, coordinati dalla compagnia di Giugliano, guidata dal capitano De Lise.