Champions, City e Shakthar: il punto sul girone F

Champions, City e Shakthar: il punto sul girone F

Proviamo a fare il punto della situazione del girone F, rileggendo le stats e immaginando eventuali scenari probabili. Al Napoli serve un miracolo ma, come sembra evidente, anche i miracoli sembrano essere nelle corde degli azzurri

NAPOLI – Gli azzurri, dopo il crollo casalingo con il City sono con un piede e mezzo fuori dagli ottavi. Una delle albe più buie degli ultimi anni, forse, quella di ieri. Il risveglio dopo la batosta casalinga è di quelli da film horror. Solo 3 punti per i partenopei dopo 4 giornate di Champions. Già stabilito il primo verdetto nel girone F: Manchester City agli ottavi di finale di Champions, a punteggio pieno con 12 punti. Alle spalle del City, c’è lo Shakthar, mai arrendevole, con ben 9 punti (1 sconfitta proprio all’Ethiad) che vede gli ottavi di finale molto vicini. Al momento, sono ben 6 i punti di vantaggio sui partenopei, ai quali vincere le prossime due potrebbe non bastare. Osservando il calendario, ci si rende conto che potrebbero essere inutili anche 6 punti nelle prossime due partite (contro Shakthar e Feyenoord). Agli ucraini basta un punto contro il Napoli o contro il City (già qualificato all’ultima giornata). Azzurri che dovranno fare a meno di Ghoulam che ha riscontrato una lesione al crociato del ginocchio destro e starà fuori almeno cinque mesi, e del solito Milik già in fase di recupero.

city
Jorginho è stato uno dei migliori in campo, come di consueto dall’inizio della stagione

Serve un vero e proprio miracolo al Napoli, dunque, che in Europa non riesce ad andare a passo veloce come in campionato. Tuttavia non si può dire che gli azzurri abbiano sfigurato contro il Manchester City. Anzi. Sono, infatti, gli azzurri ad aver effettuato più tiri nello specchio della porta, sia mercoledì sera che in tutte le competizioni, oltre ad essere la prima squadra (dopo il Bournemouth ad Agosto) ad andare in vantaggio contro l’undici di Guardiola. Inoltre, statistiche individuali importanti riguardano Insigne e Jorginho: il primo è l’unico giocatore del Napoli ad aver segnato almeno 5 gol e servito 5 assist ai compagni in questa stagione, considerando tutte le competizioni, mentre Jorginho ha una media realizzativa dei calci di rigore  pari al 100% (sono infatti 9 su 9 per lui dal 2013 ad oggi). Le speranze del Napoli passano anche attraverso la squadra di Guardiola. Il City, vincendo in Ucraina (dopo un eventuale vittoria del Napoli contro lo Shakthar) darebbe agli azzurri la possibilità di conquistare un’insperata qualificazione.

I cityzen sembrano essere una macchina perfetta quest’anno. Oltre ad essere capolista in Premier League e ad essere agli ottavi con due turni di anticipo, il City vanta altre statistiche interessanti e significative: è’ stata la prima squadra a segnare ben 4 gol al Napoli da quando siede in panchina Maurizio Sarri ed è la prima squadra (dopo il Real Madrid, lo scorso anno) ad aver segnato due gol da palla inattiva nello stesso match al Napoli, considerando tutte le competizioni.  Da segnalare una serata speciale per “El Kun” Aguero: infatti con la rete del momentaneo 2-3 al San Paolo, diventa il giocatore più prolifico della storia del Manchester City con i suoi 178 gol in 264 presenze.