Poliziotto picchiato davanti a moglie e figli, arrestati gli aggressori

Poliziotto picchiato davanti a moglie e figli, arrestati gli aggressori

La banda colpì anche la donna e poi si scagliò contro l’auto in cui c’erano i bambini

NAPOLI – Poliziotto picchiato e rapinato dopo una lite per motivi di viabilità, è la sorte toccata ad un agente napoletano che nello scorso mese di giugno si è visto aggredito da una banda che poi gli portò via anche l’orologio. Dalle prime ore di questa mattina, la Squadra Mobile di Napoli sta eseguendo una ordinanza di custodia cautelare in carcere ed agli arresti domiciliari nei confronti degli autori della violentissima aggressione avvenuta lo scorso mese di giugno ai danni di un appartenente alla Polizia di Stato.
Quest’ultimo, libero dal servizio, si trovava con la propria auto in compagnia della moglie e dei due figli minori, allorquando, all’altezza degli chalet del lungomare Caracciolo, fu violentemente aggredito e rapinato dell’orologio che portava al polso, in seguito a una lite per motivi di viabilità.
Nel corso del brutale pestaggio, anche la moglie del dipendente, intervenuta in difesa del marito, fu colpita da alcuni degli aggressori che, contestualmente, si scagliarono contro l’autovettura della vittima, all’interno della quale assistevano alla scena i due giovani figli.