Suore derubate mentre erano in chiesa a pregare

Suore derubate mentre erano in chiesa a pregare

“Quanto è accaduto è preoccupante – afferma il Sindaco – perché mette in discussione la sicurezza che abbiamo sempre avuto”

CASELLE IN PITTARI (SA) – Suore derubate mentre erano in chiesa a pregare.  Amara sorpresa per le vocazioniste Russolillo a Caselle in Pittari, in provincia di Salerno. «Quanto è accaduto è preoccupante – afferma il sindaco Maurizio Tancredi – perché mette in discussione la sicurezza che fino ad oggi ha tenuto a riparo dalla micro criminalità paesi piccoli come il nostro». A impensierire il primo cittadino e l’intera comunità è la modalità con cui è stato messo a segno il colpo.

Intorno alle 18 di martedì i ladri sono entrati nell’edificio comunale gestito dalle monache. Una struttura situata al centro del paese a due passi dalla piazza principale del paese. Un edificio dove le suore vivono e  insegnano i piccoli alunni della scuola materna. I malviventi sono entrati dalla porta principale, dopo averla forzata. Una volta dentro hanno preso i soldi che le vocazioniste avevano messo da parte. Pare che la somma rubata si aggiri intorno alle due mila euro. Tutto questo è accaduto in un punto frequentato di Caselle In Pittari e nessuno pare abbia notato la presenza di persone sospette o qualcosa di diverso dal solito. Le indagini sono state affidate ai carabinieri che hanno sentito le suore e raccolto altre testimonianze. I militari sperano di trovare indizi utili all’inchiesta tra le immagini delle telecamere dell’ impianto di videosorveglianza del Comune.