Presidio ASL in fascia costiera senza amministrativi, l’allarme di Guarino: “Tutto fermo”

Presidio ASL in fascia costiera senza amministrativi, l’allarme di Guarino: “Tutto fermo”

L’unico dipendente rimasto è stato trasferito improvvisamente a Monteruscello. A rischio stipendi dei medici ed esenzioni ticket

GIUGLIANO – Un altro colpo ai danni della fascia costiera giuglianese, è quanto denunciato questa mattina con un video dal consigliere comunale di minoranza Luigi Guarino, che all’esterno del presidio distaccato dell’ASL Napoli 2 in via Staffetta ha raccontato come quell’ufficio sia rimasto senza dipendenti amministrativi, vedendo di fatto inibite le ordinarie attività quotidiane ad una platea di circa 50mila unità.

Problemi per i cittadini che dovranno recarsi a Giugliano centro per ottenere l’esenzione dal ticket, problemi anche per il personale medico che lavora in convenzione e che al momento non può vedersi accreditato lo stipendio, attualmente non è neanche possibile ricevere ed utilizzare il materiale medico ed infermieristico poiché non c’è più chi può validare la consegna e catalogare il materiale. Una empasse improvvisa come la notizia giunta venerdì scorso del trasferimento ad horas – ovvero da effettuare immediatamente – verso l’ufficio UOC di Monteruscello.

In passato la struttura ha avuto 3 dipendenti amministrativi che riuscivano a smaltire la popolosa utenza della fascia costiera soddisfacendo anche i bisogni di numerosi cittadini del centro che preferivano arrivare in via Staffetta pur di non sottoporsi ad estenuanti file. Oggi invece i residenti di Licola, Varcaturo e Lago Patria dovranno trovare altre soluzioni, soluzioni che evidentemente – sottolinea Guarino – non sono state trovate dalla politica. Da qui il suo appello al sindaco Poziello, cui è stata inviata un’interpellanza protocollata in mattinata, ed ai consiglieri regionali di maggioranza dell’area giuglianese che sono in commissione Sanità affinché si possa ripristinare il servizio. L’ultimo affondo il consigliere comunale lo riserva a microfoni spenti al governatore regionale De Luca: “Per lui esiste solo Salerno, si ricorda di Giugliano solo quando bisogna trovare soluzioni comode al problema rifiuti”.