Traffico di droga a Marano: confermati 20 anni al boss Antonio Nuvoletta

Traffico di droga a Marano: confermati 20 anni al boss Antonio Nuvoletta

Sconti di pena per tutti gli imputati tranne che per il capoclan

boss Antonio Nuvoletta

MARANO – Conferma della pena per il boss Antonio Nuvoletta e riduzione per alcuni membri del clan. La sentenza di primo grado è stata riformata dalla terza Corte d’Appello presieduta dal giudice Eugenia Del Balzo. L’unico imputato coinvolto nel processo a non ricevere alcuno sconto di pena è stato proprio Antonio Nuvoletta: per il capoclan è stata confermata la condanna a 20 anni di reclusione anche in appello.

A beneficiare di una riduzione della condanna sono stati, invece: Salvatore Avolio, da 10 a 7 anni; Celestino Esposito, figlio del pregiudicato Luigi e primo esponente del clan Nuvoletta,  è stato condannato a 7 anni e 10 mesi a fronte di una prima condanna a 11 anni e 4 mesi. Come riporta il Mattino tale agevolazione è stata riconosciuta anche ai fratelli Gaetano e Gianpaolo Chianese che hanno ottenuto uno sconto di 3 e 5 anni essendo stati condannati rispettivamente a 8 anni e 4 mesi e 10 anni.

A Giulio Ciccarelli (11 anni e 2 mesi), che ottiene una riduzione di pena di oltre sei anni, 8 anni di carcere inflitti a Gennaro Pollastro; cinque anni 10 mesi a Tommaso Riccio; 9 anni e 2 mesi a Caterina Pisani; 5 anni e 8 mesi per Vincenzo Stanzione; 7 anni e 10 mesi per Achille Baratti; 5 anni e 4 mesi per Giovanni Vespoli e, infine, sette anni e 8 mesi per Gabriele Andreozzi.

Agli imputati non è stata riconosciuta l’aggravante mafiosa.