Giovane atleta muore di infarto a 34 anni: aperta un’inchiesta

Giovane atleta muore di infarto a 34 anni: aperta un’inchiesta

Lascia una moglie e una bimba piccola

inchiesta

AMALFI – Un malore improvviso ha colpito un giovane di Amalfi, Fabio Borgese, provocandone la morte. Il decesso è avvenuto lunedì mattina: il ragazzo, 34enne, colpito da un malore nelle scale della sua abitazione è stato immediatamente trasportato all’ospedale Cost D’Amalfi e sottoposto ad un lungo intervento di rianimazione. Per lui, però, non c’è stato nulla da fare.

APERTA UN’INCHIESTA

Il giovane, sarebbe giunto con un infarto massivo che non gli ha lasciato scampo. La sua morte però è ritenuta, come riporta il mattino.it, sospetta dai carabinieri di Amalfi che hanno avviato un’indagine relativa al caso, ottenendo il sequestro della salma da parte della Procura.

FABIO, LASCIA UNA MOGLIE E UNA BAMBINA

Fabio amava lo sport ed era un’ atleta di canottaggio e di calcio a 5. Lascia una moglie e una piccola bimba di un anno e mezzo.

I funerali erano fissati per ieri pomeriggio, ma la salma è stata sequestrata, a seguito dell’indagine avviata dai Carabinieri della Compagnia di Amalfi per chiarire le cause del prematuro e drammatico decesso di Fabio. Disposta dalla Procura un approfondito esame autoptico.