Pozzuoli, sorpresi a rubare in un cantiere edile: arrestati

Pozzuoli, sorpresi a rubare in un cantiere edile: arrestati

Gli agenti sono arrivati sul luogo dove stava avvenendo il furto dopo essere stati allertati da una segnalazione


edile cantiere furto pozzuoli

POZZUOLI – Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Pozzuoli, in servizio di prevenzione e repressione dei reati in genere, durante la scorsa notte , verso le 3.50  hanno arrestato  il 49enne  napoletano Chianese Biagio e la 40enne, sempre napoletana, Pipitone Fabiana, entrambi con precedenti penali,  responsabili  di furto aggravato. Su disposizione della locale sala operativa, i poliziotti si portavano, verso le 3.50,  in via Artico al civico 49,  dove venivano segnalati rumori sospetti molto intensi. Giunti sul posto hanno trovato un cantiere edile esistente in un fabbricato disabitato.

Accedevano con prudenza alle aree del cantiere e trovavano un uomo che, aiutato da una donna stava entrava  in una finestra la cui grata di ferro era stata divelta con l’uso di una fiamma ossidrica.

Ai piedi della finestra c’erano ,infatti, all’interno di un borsone nero numerosi attrezzi da scasso, compresa la fiamma ossidrica formata da due bombole, manometri ed un cannello con i relativi tubi ed un paio di grosse buste di plastica nera, stipate vicino ad un grosso scappello di ferro nero.

Attesa la flagranza Chianese e Pipitone venivano arrestati per il reato di furto aggravato, in concorso tra  loro  e come disposto dall’Autorità  Giudiziaria, opportunamente contattata ed informata,   condotti presso direttamente presso il Tribunale  di Napoli per l sottoposizione al giudizio con rito per direttissima.