Al via l’Assegno Civico comunale per disoccupati: 400 euro mensili per i selezionati

Al via l’Assegno Civico comunale per disoccupati: 400 euro mensili per i selezionati

Il Sindaco Massimo Pelliccia: “La misura serve a favorire l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati


assegno civico

CASALNUOVO –  Assegno Civico – Borse Lavoro: l’ambito territoriale N21 del Comune di Casalnuovo di Napoli avvia il processo di selezione per 45 cittadini svantaggiati da impegnare in azioni di tirocinio formativo e di orientamento da svolgersi presso enti, aziende e cooperative presenti sul territorio. Un ‘investimento’ per l’amministrazione di circa 120mila euro finalizzato ad offrire opportunità d’inserimento in ambito lavorativo, attraverso prestazioni rese da utenti, appositamente selezionati. Si tratta di una misura sperimentale che risponde ad uno dei punti principali del programma elettorale del sindaco Massimo Pelliccia: “La finalità di questo articolato intervento – ha dichiarato il primo cittadino- è rappresentata dall’intento di migliorare i livelli occupazionali dei soggetti socialmente più fragili formulando, in contrapposizione ad un modello di ‘assistenza passiva’, nuove modalità di prevenzione ed intervento sul disagio all’interno delle quali l’avvicinamento al lavoro assume un ruolo centrale. Questo intervento, che avvieremo in via sperimentale, era inserito nel programma elettorale che abbiamo presentato alla città: questo a dimostrazione che stiamo mantenendo, e manterremo, tutti gli impegni che ci siamo assunti nei confronti delle famiglie casalnuovesi”. I destinatari dell’Assegno Civico sono soggetti deboli, disoccupati ed inoccupati italiani e stranieri  residenti sul territorio comunale, abili al lavoro, di età non inferiore a 30 anni e non superiore a 60 anni, a rischio di emarginazione/disadattamento sociale dovuto alla mancanza di lavoro e/o in condizione di disagio psichico, sociale e familiare (non beneficiari di carta Sia e Rei). I tirocini rappresentano uno strumento che incontra la crescente esigenza espressa da quella fascia di popolazione inserita in quadri di fragilità propria degli adulti, molto spesso già seguiti e presi incarico dai servizi sociali perché componenti di famiglie multi-problematiche. Il sostegno e l’accompagnamento professionale nei percorsi di entrata o reinserimento in contesti lavorativi è diventato uno degli interventi attivabili all’interno di un più complesso intervento di promozione e sostegno d’inclusione sociale. Alla manifestazione d’interesse avviata per selezionare gli Enti che ospiteranno i lavoratori hanno risposto oltre 30 aziende del territorio: “Un ottimo risultato – ha aggiunto il sindaco Pelliccia – perché in questo modo riusciremo a sostenere ed a fornire vantaggi anche alle piccole e medie imprese che lottano contro la crisi generale dei consumi”. I lavoratori saranno impiegati per cinque giorni a settimana (per quattro ore al giorno) e percepiranno un assegno di 400 euro mensili: il Comune finanzierà anche i costi per la coperture delle spese assicurative. “Ai cittadini che selezioneremo – ha concluso il sindaco – intendiamo offrire la possibilità di acquisire conoscenze spendibili nel mondo del lavoro e soprattutto offriremo loro la possibilità di entrare in contatto diretto con le aziende che ospiteranno i tirocini, in modo da costruire le basi per un auspicabile rapporto di lavoro futuro”. C’è tempo fino al 15 marzo per inoltrare istanza al Comune: avviso completo e modello di domanda sono disponibili sul sito istituzionale dell’ente municipale.