Secondo raid in una settimana a scuola: rubati termosifoni, pentole e stoviglie

Secondo raid in una settimana a scuola: rubati termosifoni, pentole e stoviglie

Il sindaco è stato costretto a fare un’ordinanza di chiusura della scuola ed è stato convocato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica


PARETE – Secondo raid nel giro di una settimana al plesso di via Cavour a Parete. Ieri notte, il balordi si son o intrufolati nella struttura scolastica ed hanno portato via termosifoni, cucina, pentole e stoviglie varie. Soltanto pochi giorni fa, i malviventi hanno depredato i computer che usano studenti e docenti .

Il sindaco di Parete, Gino Pellegrino è stato costretto a fare un’ordinanza di chiusura della scuola ed è stato convocato il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

L’ANNUNCIO DEL SINDACO

Stanotte abbiamo subito il secondo furto in una settimana nel plesso di via Cavour. Dopo che alcuni giorni fa erano stati rubati i computer oggi si sono portati via termosifoni, cucina, pentole e stoviglie. Intanto ho dovuto fare un’ordinanza di chiusura della scuola ed ho chiesto la convocazione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. 20 giorni fa in giunta abbiamo approvato in bilancio uno stanziamento di 80 mila euro per la realizzazione di un impianto di video-sorveglianza cittadina, anche perché da anni non abbiamo traccia dei famosi stanziamenti regionali. Una piccola comunità come la nostra ha dovuto fare uno sforzo enorme per accantonare questa cifra significativa. Bisognerebbe fare un lungo discorso che va dalla certezza della pena al controllo del territorio, ma non voglio annoiare i cittadini. Ormai si è passati dai furti negli appartamenti ai furti nelle scuole. Il tema della sicurezza è di centrale importanza.
In queste occasioni che ho una profonda vergogna di essere un rappresentante dello STATO.
Se uno STATO non riesce a garantire nemmeno la sicurezza e il funzionamento delle Scuole non è uno STATO.

Resta a ggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage