Vite spezzate sull’asfalto: il tragico destino di Thomas, Ginevra e Raffaele

Vite spezzate sull’asfalto: il tragico destino di Thomas, Ginevra e Raffaele

Nell’incidente che ha visto morire Raffaele, è deceduto poco dopo l’arrivo in ospedale un altro giovanissimo

CAMPANIA –  Quattro giovanissime vite spezzate, unite da un tragico destino.  Quattro ragazzi campani  di 17, 18 e 19 anni hanno perso la vita a causa di violentissimi incidenti stradali in poco più di 48 ore.

Il primo tragico impatto negli USA la notte tra venerdì e sabato scorso, dove la giovanissima Ginevra Gallone Latte, 18enne napoletana, che viveva a San Diego, ha perso la vita in un violento incidente. L’auto sulla quale viaggiava – per recarsi  ad un raduno rock, il Coachella Music Festival in programma a Indio –  ha sbandato e si è schiantata contro un albero. Ginevra è sbalzata fuori dall’abitacolo, e per lei  non c’è stato nulla da fare.  Gravissima anche l’amica in auto con Ginevra che  lotta ancora tra la vita e la morte. Anche il conducente della Bmx su cui viaggiavano ha riportato diverse ferite al volto.

Il secondo brutale incidente nell’avellinese, nella notte tra sabato e domenica,  dove Thomas Famiglietti, di rientro da una serata con amici, ha perso il controllo della sua vettura ed è finito, anch’egli, contro un albero fuoristrada. I soccorsi hanno tentato di estrarre il giovane dalla lamiere dell’auto, ma non c’è stato nulla da fare: l’ impatto è stato violentissimo ed il 19enne è morto sul colpo.

Il terzo schianto a Nocera Superiore, sempre la notte tra sabato e domenica,  costato la vita ad un 17enne di  Orta Loreto, frazione di Sant’Egidio del Monte Albino, Raffaele Rossi, morto sul colpo. Un amico che viaggiava con Raffaele, stato trasportato al nosocomio San Leonardo, è morto qualche ora dopo l’arrivo in ospedale. Il bilancio del tragico schianto è di 7 feriti, tutti trasferiti in strutture ospedaliere, e due morti.  La dinamica dell’incidente è ancora incerta.