Sale l’attesa per Real Madrid-Liverpool, per la finale di Champions è febbre da scommesse

Sale l’attesa per Real Madrid-Liverpool, per la finale di Champions è febbre da scommesse

Ronaldo-Bale-Benzema contro Salah-Mané-Firmino per un match tutto in attacco


KIEV – Il Real Madrid di Ronaldo per ripetersi, il Liverpool di Salah per sorprendere. Da un lato la classe degli spagnoli, dall’altro la velocità degli inglesi. Gli ingredienti ci sono tutti per un match spettacolare, quello in programma allo stadio Olimpico di Kiev, in Ucraina, alle 20:45 di sabato 26 maggio valido per l’assegnazione della Champions League 2018. Una febbrile attesa testimoniata dalle somme che, ad oltre due settimane dell’evento, in tutto il mondo vengono già puntate da scommettitori alla ricerca delle quote migliori da spuntare su tutti i bookmakers, una vera e propria giungla di proposte e bonus nella quale per orientarsi è utile usufruire dei servizi offerti da siti specializzati come BettingTop10.

I madrileni sono arrivati alla finale eliminando negli scontri diretti tre avversarie incluse nel novero delle favorite ad alzare la coppa con le grandi orecchie: prima il ricchissimo Paris Saint Germain, poi una Juve mai doma che ha sfiorato l’impresa al Bernabeu ed infine un Bayern Monaco che ha avuto tanto da recriminare per alcune decisioni dubbie. La favola dei Reds di Klopp è cominciata ancor prima, con la vittoria nel playoff contro i tedeschi dell’Hoffenheim che ha significato l’accesso alla fase a gironi.

Gli inglesi si sono dimostrati un’autentica macchina da gol, andando a rete in ben 46 occasioni nelle 14 gare disputate, con una media di oltre 3 marcature a partita, un ruolino di marcia che per gli scommettitori consiglia un comodo over 2,5. I blancos non sono comunque restati a guardare, gonfiando la rete avversaria per 30 volte in 12 partite e trovando in Cristiano Ronaldo il consueto cecchino: il portoghese, cinque volte Pallone d’Oro, ha timbrato il cartellino in ogni gara fino alla semifinale con il Bayern, dove è invece rimasto a secco. Spettacolare la sua rovesciata all’Allianz Stadium di Torino con cui ha battuto Buffon e la Juventus, la migliore cartolina possibile per questa edizione della Uefa Champions League.

Cosa dobbiamo aspettarci? Entrambe le formazioni arrivano da campionati nazionali decisamente deludenti, stravinti a mani basse da Barcellona e Manchester City. Ma se il Real Madrid ha già in tasca terzo posto e qualificazione alla prossima Champions, con la possibilità nelle ultime due gare in programma di puntare al secondo posto occupato dai cugini dell’Atletico, il Liverpool dovrà addirittura guardarsi dall’attacco all’ultima giornata del Chelsea di Conte, attualmente quinta e dunque prima delle escluse dalla principale competizione europea. Decisivo l’ultimo match in casa contro il Brighton, poi l’attenzione andrà tutta verso l’appuntamento di Kiev.

Non sarà solo Ronaldo-Bale-Benzema contro Salah-Mané-Firmino, o Zidane contro Klopp. Sarà lo scontro tra due blasoni diversi, due modi di interpretare il calcio in maniera diametralmente opposta, due paesi che si contendono lo scettro di campionato più ricco e spettacolare. Appassionati, tifosi e scommettitori non potevano attendere finale migliore.