Assemblea nazionale della Confesercenti, presente una folta delegazione giuglianese

Assemblea nazionale della Confesercenti, presente una folta delegazione giuglianese

“E’ una sigla molto forte. C’è bisogno di un tavolo concertazione anche nel locale, con associazioni di categoria perchè organi locali e nazionali possano cooperare meglio”, ha detto il presidente del direttivo di Giugliano, Rosario Porcaro


NAPOLI – Si è svolta oggi a Napoli l’assemblea nazionale della Confesercenti. Erano presenti, tra le tante cariche istituzionali nazionali, anche membri del direttivo di Giugliano. Al centro del dibattito temi caldi come la Flat Tax, l’abolizione dei contanti, l’iva, la lotta alla contraffazione ed all’illegalità. Collegamenti con Roma, Milano e Catania. Dopo il saluto del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, l’intervento di Salvini e degli altri rappresentanti della Confesercenti. Presenti il presidente nazionale della Confesercenti Patrizia De Luise, il patron di Rossopomodoro Franco Manna, il fondatore di Toscano Immobiliare, Ilario Toscano, il presidente delle Botteghe Artigiane della Brianza e Vincenzo Schiavo, vicepresidente nazionale di Confesercenti. Questa la composizione della delegazione giuglianese: c’erano il presidente Rosario Porcaro, il vicepresidente Domenico Pennacchio, il segretario Mario Cosimo, oltre a Giuseppe Pirozzi, Anna di Niola, Giuseppe de Carlo, Gennaro Santoro, Franco La Mattina, Antonio Pennacchio, Emanuele Bifaro.

“Per me – ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini – non ci dovrebbe essere nessun limite alla spesa per il denaro contante: ognuno è libero di pagare come vuole e quanto vuole”.Poi ha definito «una follia» l’Imu sui negozi sfitti.

«Non vengo- ha aggiunto- a vendere promesse, ma a parlare di quanto contenuto nel programma; ridurremo le tasse, non aumenteremo Iva e accise, ma avvieremo già nel 2018 la rivoluzione fiscale impostata sulla flat tax».

Un cenno anche a quanto accade sulle spiagge dove, continua Salvini, “gli ambulanti molestano e fanno concorrenza sleale. Infine- ha detto- introdurremo una cedolare secca sui negozi e eliminazione dell’Imu per i negozi sfitti”.

“Quella della Confesercenti- ha detto il presidente del direttivo di Giugliano, Rosario Porcaro- è una sigla molto forte. C’è bisogno di un tavolo concertazione anche nel locale, con associazioni di categoria perchè organi locali e nazionali possano cooperare meglio. Si può essere rappresentati in modo coerente. Uniti si va avanti, da soli da nessuna parte”.

LE FOTO: