Giugliano, caos al comune: perde il lavoro, protesta disperata

Giugliano, caos al comune: perde il lavoro, protesta disperata

L’uomo ha minacciato i dipendenti e distrutto alcuni suppellettili

GIUGLIANO –  Caos al comune di Giugliano in questi minuti. Un uomo – intorno ai 40 anni – è entrato negli uffici del municipio al  primo piano ed  ha dato in escandescenza. Colto da un’impeto d’ira, ha minacciato i dipendenti del comune che per timore si sono barricati nei propri uffici. Oltre a minacce verbali,  l’uomo con violenza ha distrutto vari suppellettili eh ha messo a soqquadro la casa comunale.

L’uomo – in evidente status disperazione – chiede, affacciato ad un balcone del comune,  di essere ascoltato dal sindaco e di ricevere assistenza. L’uomo lavorava come dipendente nel campo della nettezza urbana ed è stato licenziato d’improvviso dopo 15 anni di servizio. Sul posto sono giunti gli uomini della polizia municipale e della polizia di Stato che stanno cercato di sedare gli animi e di ristabilire l’ordine.