Il cane Pocho, incubo degli spacciatori, scova piante di marijuana: un denunciato

Il cane Pocho, incubo degli spacciatori, scova piante di marijuana: un denunciato

L’animale aveva già conseguito risultati brillanti nelle aree cittadine ad alto indice criminale come i quartieri di Scampia e di Ponticelli


CAPRI – Nella giornata di venerdì 10 agosto scorso, sul porto commerciale di Capri, personale del Commissariato isolano,  ha posto in essere una serrata attività di controllo finalizzata al  contrasto del dilagante fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti. Fenomeno che in questo periodo estivo, sembra incrementarsi in ragione della grande affluenza di turisti nell’isola. I poliziotti del Commissariato Capri, sono stati collaborati in questi servizi di prevenzione e repressione , da Unità Operative del Reparto  Cinofili di Napoli che si sono avvalsi di cani antidroga,  in particolare della presenza del piccolo ma coriaceo Jack Russel Terrier,  di nome Pocho, noto perché considerato l’incubo degli spacciatori, per i risultati conseguiti nelle aree cittadine ad alto indice criminale come i quartieri di Scampia e di Ponticelli.

La perfetta intesa tra il cane ed il suo conduttore, ha dirottato le ricerche in una abitazione di Anacapri dove, i  poliziotti hanno effettuato una perquisizione, ex legis, con l’ausilio di Pocho ,  rinvenendo  all’interno dell’armadio della  camera da letto 40 grammi di sostanza erbacea risultata poi marijuana, nonché 4 piante di marijuana dall’altezza di circa due metri.

Il proprietario della casa è stato denunciato, in stato di libertà, per possesso di sostanza stupefacente  e coltivazione della stessa ex art. 73 del DPR 309/90.