Lesioni aggravate ed estorsione ai genitori malati: sedato ed arrestato nell’area nord

Lesioni aggravate ed estorsione ai genitori malati: sedato ed arrestato nell’area nord

Esposito, sentendosi braccato dalla Polizia, è corso verso il balcone scavalcando la ringhiera,  minacciandosi di lanciarsi di sotto se gli agenti non avessero lasciato la sua casa



NAPOLI – Ieri mattina gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Scampia,  hanno dato esecuzione  ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere,  nei confronti di Esposito Marcello, 41enne napoletano, emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli  per maltrattamenti, lesioni  aggravate ed estorsione in danno dei genitori malati ed anziani.

L’esecuzione di tale atto ha assunto una connotazione rocambolesca, attesta la personalità fortemente disturbata dell’Esposito, il quale, appena ha acquisito la notizia dell’imminente arresto, ha iniziato ad urlare ed agitarsi fortemente e  non ha esitato un secondo ad armarsi di un paio di forbici che erano sul tavolo della cucina brandendole  contro i poliziotti.

Solo l’esperienza e l’intesa dell’equipaggio ha concesso agli agenti di aver ragione sul soggetto.

Due  degli agenti hanno iniziato una conversazione con l’uomo, distraendolo dalle azioni del terzo poliziotto che,  fulmineamente è riuscito a disarmarlo.

L’Esposito a questo punto, sentendosi braccato, è corso verso il balcone scavalcando la ringhiera,  minacciandosi di lanciarsi di sotto se gli agenti non avessero lasciato la sua casa.

Intanto l’allarme era stato diramato alla Sala Operativa che aveva disposto l’avvicinamento di altra volante, di personale dei vigili del fuoco e del 118.

Ma è stata ancora una volta la capacità degli operatori di polizia presenti  a risolvere la criticità perché hanno intrapreso un colloquio con l’Esposito,   inducendolo alla calma, tentando di farlo desistere dall’insano gesto riuscendo, dopo circa un’ora, a farlo sedere sulla ringhiera.

Pur se ancora agitato, in un attimo di distrazione i poliziotti sono riusciti ad afferrarlo e metterlo in sicurezza,  all’interno del balcone, non senza grosse difficoltà.

A quel punto il personale del 118 è riuscito ad intervenire, sedandolo lievemente.

Dopo un primo passaggio all’ospedale San Giovanni Bosco e successivamente all’ospedale San Gennaro dei Poveri , l’uomo è stato condotto, con parere favorevole del personale sanitario , presso la casa circondariale di Poggioreale.

L’Esposito è stato anche denunciato per resistenza, violenza e minacce a Pubblico Ufficiale.

IMMAGINE DI REPERTORIO