Esplosivi illegali in casa nel napoletano: nei guai due fratelli

Esplosivi illegali in casa nel napoletano: nei guai due fratelli

Tutto il materiale esplosivo è stato distrutto dopo il sequestro


gragnano

GRAGNANO – I Carabinieri della Stazione di Gragnano, insieme ad Artificieri del Comando Provinciale di Napoli, del Nucleo Cinofili di Sarno e della Stazione Forestale di Castellammare di Stabia hanno denunciato due fratelli di 60 e 57 anni di via Tavernola ritenuti responsabili di detenzione illegale in casa di materiale esplodente.

I predetti durante accertamenti sono stati individuati quali proprietari di un immobile in disuso in via Vecchia Sigliano al cui interno sono stati rinvenuti 90 ordigni esplosivi improvvisati di tipo pirotecnico contenenti 233 grammi l’uno di polvere pirica esplosiva (sequestrati con l’ausilio degli artificieri) e 30 pacchi di fuochi di artificio di libera vendita (categoria f1 e f2) contenenti complessivamente 600 kg. di materiale esplodente, distrutti dopo campionatura.

COMUNICATO STAMPA
Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage