Irregolarità documentali e carenze strutturali: chiuso caseificio nel napoletano

Irregolarità documentali e carenze strutturali: chiuso caseificio nel napoletano

L’operazione dei militari dell’Arma ha avuto luogo  nell’ottica dell’imminente ripresa delle attività scolastiche e del termine del periodo vacanziero. Il reparto dell’Arma dei Carabinieri NAS di Napoli ha così avviato una serie di servizi preventivi



GRAGNANO – Locale mimimarket-caseficio arbitrariamente adibito a deposito per alimenti e cartonaggio fatto chiudere dai Carabinieri del NAS. E’ accaduto a Gragnano, in provincia di Napoli. L’operazione dei militari dell’Arma ha avuto luogo  nell’ottica dell’imminente ripresa delle attività scolastiche e del termine del periodo vacanziero. Il reparto dell’Arma dei Carabinieri NAS di Napoli ha così avviato una serie di servizi preventivi in settori individuati nella periodica strategia ministeriale. L’operazione è avvenuta col coordinamento del Comando Provinciale Carabinieri di Napoli e del Comando Tutela per la Salute di Roma, con lo scopo primario di preservare la salute dei consumatori ed offrendo tutela nel settore sanitario. I militari hanno riscontrato carenze strutturali ed accertato irregolarità documentali.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI
LEGGI ANCHE:

Carabinieri in azione a Giugliano, sequestri in un noto caseificio della Circumvallazione