Ex juventino e campione del Mondo 2006 condannato a due anni di carcere

Ex juventino e campione del Mondo 2006 condannato a due anni di carcere

Iaquinta ed il padre, condannato a 19 anni, se ne sono andati dall’aula del tribunale urlando «vergogna, ridicoli» mentre è ancora in corso la lettura del dispositivo


DALL’ITALIA – Vincenzo Iaquinta, ex attaccante della Juventus e della Nazionale, campione del Mondo nel 2006, è stato condannato a due anni nel processo di ‘Ndrangheta Aemilia. Per lui la Dda aveva chiesto sei anni, per reati riguardanti la detenzione illecita di armi. Il padre dell’ex calciatore, Giuseppe Iaquinta, accusato di associazione mafiosa, è stato condannato invece a 19 anni. Padre e figlio se ne sono andati dall’aula del tribunale di Reggio Emilia urlando «vergogna, ridicoli» mentre è ancora in corso la lettura del dispositivo.

FONTE: CORRIEREDELLOSPORT.IT

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI