Mercato dei baby prostituti: le telecamere di Rai 1 a Mondragone

Mercato dei baby prostituti: le telecamere di Rai 1 a Mondragone

Durante il servizio sono giunte sul posto le forze dell’ordine


mercato

MONDRAGONE – Questa mattina, durante il programma televisivo di Rai 1 “Storie Italiane”, condotto da Eleonora Daniele, è stato mandato in onda un servizio da Mondragone, in provincia di Caserta, che riguarda lo sfruttamento di ragazzi giovanissimi alla prostituzione.

Il fenomeno era stato denunciato qualche giorno fa dal quotidiano “Avvenire” in un articolo redatto da Antonio Maria Mira:

“Ore 11.30, lungomare di Mondragone. Due ragazzini rom bulgari chiacchierano vicino alle loro biciclette. Non avranno più di 15 anni. Fanno parte della comunità della quale abbiamo scritto alla fine dello scorso mese di luglio. Più di 2mila persone sfruttate da caporali connazionali e da imprenditori italiani senza scrupoli. Vengono in Italia per fare i braccianti. Uomini, donne e perfino bambini portati sui campi per pochi euro.

Un’auto con un uomo si ferma vicino, lampeggia, un ragazzino si avvicina, due parole e l’auto va via. Anche il minore inforca la bicicletta e si allontana. In direzione opposta. Non li seguiamo subito per evitare di insospettirli. Ma chi ci accompagna sa dove andare. E infatti non lontano troviamo l’auto e la bicicletta parcheggiate sotto una casa. È un affittacamere abusivo gestito da un italiano. L’adulto e il ragazzino sono dentro. E’ questa è prostituzione minorile”.

Le telecamere della trasmissione televisiva di Rai 1 sono giunte a Mondragone ed hanno documentato ai telespettatori un incontro di questo tipo: un giovanissimo discuteva con una persona dentro un’auto e poco dopo si sono allontanati insieme. L’operatore che riprendeva la scena è stato in grado di annotare la targa dell’auto e ha consegnato i dati alle forze dell’ordine giunte successivamente sul posto che subito si sono messi sulle tracce del presunto orco.

Dopo la denuncia, un’ operazione congiunta di gli agenti della municipale, i carabinieri e la polizia avrebbe già portato a quattro fermi.