Camorra a Castellammare, maxi blitz della polizia: tutti i nomi degli arrestasti

Camorra a Castellammare, maxi blitz della polizia: tutti i nomi degli arrestasti

In manette noto imprenditore ed elementi del clan D’Alessandro


CASTELLAMARE – Sin dalle prime luci dell’alba è in corso una vasta operazione della Polizia di Stato coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

I poliziotti della Squadra Mobile partenopea e gli uomini del Commissariato di P.S. di Castellammare di Stabia stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti di numerose persone.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno avuto ad oggetto una serie di delitti contro il patrimonio (estorsioni), la persona (violenza privata) e l’ordine pubblico (violazioni in materia di armi ed esplosivi), aggravati dal metodo e/o dalla finalità mafiosa, perpetrati negli anni 2013-2016 ai danni di imprenditori, esercenti commerciali e professionisti operanti nei territori di Castellamare di Stabia, Pompei, Gragnano, Pimonte ed Agerola.

Dalle investigazioni è emersa la perdurante operatività, nei suddetti territori, di diverse storiche organizzazioni camorristiche, tra loro sostanzialmente alleate, ciascuna delle quali ha continuato ad imporre costantemente “il pizzo” nei territori di rispettiva competenza, avvalendosi della propria forza d’intimidazione.

TUTTI I NOMI: 

Adolfo Greco e Teresa Martone, (che è l’unica ai domiciliari) la moglie del defunto boss Michele D’Alessandro tra gli arresti del maxi blitz anti camorra di Castellammare. Complessivamente gli indagati sono 21 mentre in carcere sono finiti in 14. Sono tutti accusati di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Tra gli arrestati anche i boss dei Monti Lattari del clan Afeltra-Di martino. In carcere con Greco sono finiti Liberato Paturzo detto cocò da sempre uomo impresa del clan D’Alessandro, e poi Francesco Afeltra, Raffaele Afeltra, Michele Carolei, Raffaele Carolei, Giovanni Cesarano, Antonio Di Martino, Luigi Di Martino, Vincenzo di Vuolo, Attilio Di Somma, Nicola Esposito detto o’ mostro boss del clan Cesarano, Aniello falanga e Giovanni Gentile di Agerola. Ai domiicliari è finita invece Teresa Martone. I suoi figli Pasquale e Vincenzo D’Alessandro risultano indagati.