Aversa, giovane travolto ed ucciso da un’auto in corsa sulle strisce pedonali

Aversa, giovane travolto ed ucciso da un’auto in corsa sulle strisce pedonali

La vittima era un medico 32enne che tornava a piedi dalla palestra


AVERSA – Un terribile incidente si è verificato poco dopo le 20:30 all’altezza del Palazzetto dello sport, in via Salvo D’Acquisto.

Un giovane medico, Giuseppe Capone, 32 anni,  è stato investito ed ucciso mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali da un’auto in corsa, una Mini Cooper. Il giovane stava tornando a casa sua – distante poche decine di metri – dopo aver terminato l’allenamento in palestra. È morto sul colpo.

A dare l’allarme è stato il conducente dell’auto, un 18enne figlio di un noto imprenditore aversano, che si è fermato per prestare soccorso ed ha allertato il 118 e le forze dell’ordine. A bordo della Mini c’erano quattro ragazzi tutti giovanissimi. Al 18enne alla guida è stata subito ritirata la patente.

Sul posto sono immediatamente giunti i sanitari del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

In via D’Acquisto sono arrivati anche i vigili urbani di Aversa che hanno effettuato tutti i rilievi del caso per risalire alla giusta dinamica del sinistro che ha portato alla morte del giovane medico aversano.