Falsi incidenti: 66 indagati tra le province di Napoli e Caserta

Falsi incidenti: 66 indagati tra le province di Napoli e Caserta

Numerosi i reati contestati sono, a vario titolo. Tra questi vi sono  quelli di associazione per delinquere finalizzata al falso, truffa, riciclaggio, falsità ideologica e falso materiale


NAPOLI/ARIENZO/CASORIA/ACERRA – Un nuovo scandalo legato ai falsi incidenti. Arriva da Potenza l’ultima inchiesta destinata ad aprire uno squarcio sul maxi affare delle truffe ai danni delle assicurazioni connesse ai falsi incidenti. Ben 66- come riporta edizionecaserta.it- rischiano di finire a processo nel tribunale del capoluogo lucano: tra poco più di due settimane è stata, infatti, fissata l’udienza preliminare nel corso della quale il gup dovrà decidere sulle richieste di rinvio a giudizio già formulate dal pubblico ministero.

Numerosi i reati contestati sono, a vario titolo. Tra questi vi sono  quelli di associazione per delinquere finalizzata al falso, truffa, riciclaggio, falsità ideologica e falso materiale. L’inchiesta lucana ha fatto luce su diversi sinistri registrati soprattutto in provincia di Napoli, da dove arrivano la maggior parte degli indagati, anche se ci sono pure casertani e potentini tra i destinatari dell’avviso di conclusione delle indagini.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI