Aversa, vendono cibo sui treni abusivamente: 14 persone nei guai

Aversa, vendono cibo sui treni abusivamente: 14 persone nei guai

Tra le altre cose, nei cassetti del carrello, sono stati rinvenuti numerosi panini farciti, fatti in casa


AVERSA – Un venditore denunciato e 14 sanzionati amministrativamente questo il bilancio dell’attività antiabusivismo predisposta dal Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania  e diretta al  contrasto dei fenomeni di illegalità riconducibili alla presenza dei venditori abusivi che con  i loro atteggiamenti insistenti e  petulanti sono causa di disturbo per i viaggiatori e le cui condotte prepotenti spesso  sfociano in vere e proprie aggressioni ai danni del personale ferroviario.

Con  le Task Force  realizzate nelle stazioni di Salerno ed Aversa i poliziotti della Polfer hanno sottoposto a controllo identificativo numerose persone, riscontrando la presenza di diversi venditori abusivi che sono stati segnalati amministrativamente ed ai quali sono state sequestrate ingenti   quantità di  merci quali accendini, calzini, ciondoli, penne, fazzoletti,  ed altra merce offerta in vendita abusivamente,  oltre ai borsoni utilizzati per il trasporto e la vendita.

Nella Stazione di Aversa per P.C., quarantasettenne campano, è scattata la denuncia penale per aver posto in vendita  generi alimentari deteriorabili, in violazione delle norme sulla produzione, sul commercio e sulla somministrazione.

Il venditore abusivo, pluripregiudicato, trasportava infatti derrate alimentari e bevande, prive di etichetta e mal conservate, utilizzando un carrello in metallo, appositamente modificato, del tutto simile a quelli in uso alle ditte autorizzate. Tra le altre cose, nei cassetti del carrello, sono stati rinvenuti numerosi panini farciti, fatti in casa,  conservati in sacchetti trasparenti annodati artigianalmente, non sigillati e privi delle indicazioni di legge ed una bevanda di colore scuro, presumibilmente caffè, contenuta in un thermos con dosatore a pulsante, anche questo privo di etichette.

I viaggiatori indotti in errore dalla verosimiglianza dei carrelli a quelli ufficiali spesso acquistano questa merce nella convinzione di avere a che fare con venditori autorizzati, ma si tratta di alimenti e bevande che possono causare danni alla salute proprio perché confezionati senza il rispetto delle previste norme igieniche. L’attrezzatura è stata sequestrata e gli alimenti distrutti.

COMUNICATO STAMPA

FOTO DI REPERTORIO

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra Fanpage