Le Iene sul caso Alessandra Madonna: in onda le scene choc dell’arrivo in ospedale

Le Iene sul caso Alessandra Madonna: in onda le scene choc dell’arrivo in ospedale

Nina Palmieri, intervistando i genitori della vittima, ha cercato di ripercorrere i fatti che hanno portato alla tragedia


Le Iene
MELITO – Le Iene, durante la puntata di ieri sera, hanno mandato in onda un servizio sul caso Alessandra Madonna, la ragazza 24enne morta dopo l’impatto con l’auto dell’ex fidanzato. Nel reportage, effettuato dall’inviata Nina Palmieri, sono state mandate in onda le scene choc dell’arrivo all’ospedale San Giuliano di Giugliano della giovane.
La giornalista, intervistando i genitori della vittima, ha cercato di ripercorrere gli eventi che hanno portato alla tragedia. Secondo il racconto dei coniugi, Alessandra Madonna e Giuseppe Varriale avevano una relazione burrascosa, fatta di continui litigi. Il giorno della morte, il 7 settembre 2017, Giuseppe raggiunse il locale nel quale Alessandra lavorava e avrebbe iniziato a flirtare con una ragazza. Alessandra, arrabbiata, sarebbe uscita dal locale nello stesso momento dell’ex. I due hanno iniziato ad inseguirsi e a scambiarsi messaggi.
Sulla tragedia però i fatti non sono chiari. Giuseppe infatti ha dato due versioni diverse. Nella prima, il ragazzo racconta di essere arrivato davanti al cancello del suo condominio. Qui avrebbe trovato Alessandra ad aspettarlo per chiedergli delle spiegazioni. Al rifiuto del fidanzato, la ragazza si sarebbe aggrappata al finestrino per poi cadere a terra.

Il giovane, in secondo momento, ha stravolto tutto il racconto. Ha spiegato che dopo aver negato la conversazione alla fidanzata, dalla macchina avrebbe sentito solo il rumore dei tacchi e che solo in un momento successivo avrebbe trovato Alessandra a terra. Nina Palmieri ha messo in dubbio la seconda ipotesi, in quanto il racconto non sarebbe concorde con le ferite riportate dalla giovane. La 24enne ha riportato diverse ecchimosi, otto costole rotte e un trauma cranico. Analizzando le ferite della vittima insieme al dottor Maiese, dell’università La Sapienza di Roma, la iena ha fatto notare che le ferite sono concordi con un impatto con l’auto proveniente dalle spalle della 24enne.

Giuseppe è stato condannato per omicidio stradale a 4 anni e 8 mesi, senza l’aggravante della guida in stato di ebbrezza, nonostante avesse un tasso alcolico due volte maggiore della norma. I genitori di Alessandra Madonna continuano la loro battaglia perché vogliono sapere la verità sull’accaduto e ottenere giustizia.

CLICCA QUI PER IL SERVIZIO DE LE IENE

TORNA ALLA HOME E VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK