Agguato al Bosco di Capodimonte: sotto i colpi dei sicari, un rapinatore 19enne

Agguato al Bosco di Capodimonte: sotto i colpi dei sicari, un rapinatore 19enne

Attualmente si pensa ad un attacco intimidatorio, un messaggio


capodimonte

NAPOLI – Paura quella di stamattina avvertita tra la folla di passanti nei pressi della salita del Bosco di Capodimonte quando un giovane di 19 anni è stato sparato alle gambe da ignoti. L’agguato sarebbe avvenuto presso la Porta Grande del Bosco di Capodimonte, dove sono stati anche rinvenuti i bossoli della sparatoria.

Il ragazzo, 19enne di Secondigliano, Christian Esposito, è stato soccorso da un passante che lo ha accompagnato all’ospedale più vicino. Ora ricoverato, non risulta essere in pericolo di vita, ma purtroppo non è riuscito a fornire alcun dato circa gli ignoti che lo hanno sparato. Da alcune ricerche da parte dai carabinieri, sembra che il 19enne abbia precedenti di piccole rapine, ma non vi è alcun riscontro con clan.

Per quanto riguarda le persone che hanno messo in atto la scarica di proiettili non sono ancora state identificate nonostante le ricerche da parte dei carabinieri della Stazione di Capodimonte; un riscontro delle forze dell’ordine è, invece, quella dell’arma da fuoco, che, dopo un’attenta analisi dei bossoli sembrerebbe essere semiautomatica e con proiettili di calibro 9.  Ad ora, gli stessi sopracitati, sono dediti alla ricerca di qualche dato riguardante gli assalitori attraverso il controllo e l’analisi delle telecamere della zona, tra le attività commerciali e le stesse del bosco.

Attualmente si pensa ad un attacco intimidatorio, un messaggio, resta da capire se la vita del giovane è ancora in pericolo.

FOTO DI REPERTORIO

Agguato a colpi di pistola al bosco di Capodimonte: 19enne colpito tra la folla

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage