Donne, Beneduce (Fi): “Rischio rigurgito conservatore nel Paese”

Donne, Beneduce (Fi): “Rischio rigurgito conservatore nel Paese”

Questa mattina presso la sala multimediale del Consiglio regionale della Campania si è tenuta la presentazione del libro di Lella Golfo, promossa da Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia


beneduce
NAPOLI – “Le conquiste dell’ultimo secolo sul fronte dell’emancipazione femminile rischiano seriamente di vacillare sotto i colpi di un rigurgito conservatore che vorrebbe farci tornare indietro di cent’anni”. Lo sostiene Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia, durante la presentazione, da lei promossa, del libro di Lella Golfo presso la sala multimediale del Consiglio regionale della Campania.
“Si pensi al decreto Pillon, che rimette in discussione i capisaldi del diritto di famiglia, e le tante pronunce giurisprudenziali che ultimamente hanno fatto discutere, in cui il profilo della donna appare in qualche misura sotto attacco. C’è una esigenza oggi di rimettersi in cammino in difesa della donna tenendo la barra dritta sui diritti civili”, rilancia la consigliera azzurra.
“Il successo della Legge Golfo, che ha garantito la parità tra uomo e donna nell’accesso ai Consigli di amministrazione pubblici, scadrà nel 2022 e sarebbe un vero peccato se non fosse rinnovata e nel modo più giusto dal Parlamento. Ecco perché su questo tema non esistono colori politici, maggioranza ed opposizione, bisogna fare fronte unico”, spiega la consigliera Beneduce.
“Non si tratta di rivendicazioni di genere, la lobby maschilista sta sicuramente rendendo vulnerabile oggi il patrimonio di conquiste acquisite da cento anni a questa parte, ma non è questo il tema. Serve parità e non uno scontro di genere. Bisogna mettersi insieme e difendere la donna, guardando alle sue difficoltà dal punto di vista dei diritti civili, in quanto motore della famiglia e della società”, conclude l’esponente di Forza Italia.
COMUNICATO STAMPA