Furto di vari oggetti religiosi in chiesa: nei guai due napoletani

Furto di vari oggetti religiosi in chiesa: nei guai due napoletani

I Carabinieri hanno fermato l’auto con a bordo i due uomini, ed insospettiti dal loro atteggiamento hanno scoperto che nel cofano, occultati nel cellophane, nascondevano 5 statue per presepe in gesso e cartapesta alte circa 30 centimetri


AMALFI (SA) – I Carabinieri della Stazione di Tramonti, coordinati dal capitano Roberto Martina e dal maresciallo Giorgio Covato, hanno denunciato per furto aggravato due operai originari del napoletano per furto aggravato di oggetti religiosi perpetrato in una chiesa di Amalfi.

In particolare, i militari durante un posto di controllo al Valico di Chiunzi hanno fermato l’auto con a bordo i due uomini, ed insospettiti dal loro atteggiamento hanno scoperto che nel cofano, occultati nel cellophane, nascondevano 5 statue per presepe in gesso e cartapesta alte circa 30 centimetri.

Le immediate indagini hanno permesso di appurare che le 5 statuette erano state trafugate dalla sagrestia della chiesa di San Benedetto di Amalfi, dove i due operi erano stati impegnati nel montaggio dei ponteggi per la ristrutturazione.

I Carabinieri hanno condotto i due in caserma per le formalità di rito ed hanno restituito immediatamente le statuette al sacerdote che ha manifestato grande riconoscenza all’Arma dei Carabinieri.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI