Picchiato a sangue in carcere: braccia spezzate per il boss Saltalamacchia

Picchiato a sangue in carcere: braccia spezzate per il boss Saltalamacchia

Il boss in ascesa è accusato di rapina, lesioni ed estorsione


picchiato

NAPOLI – Il boss in ascesa della Pignasecca Eduardo Saltalamacchia è stato picchiato a sangue all’interno del carcere di Poggioreale. L’uomo è stato arrestato un mese fa, con l’accusa di rapina, lesioni ed estorsione: probabilmente l’episodio che l’ha visto coinvolto si è verificato in seguito a un regolamento di conti.

L’aggressione è avvenuta il giorno dopo quello in cui Saltalamacchia è stato tratto in arresto: durante l’ora libera, infatti, il boss è stato pestato. Subito sono intervenuti gli agenti della polizia penitenziaria: in quel momento, tuttavia, l’uomo era steso in terra; nessun testimone può confermare o raccontare quanto accaduto. I suoi carnefici sarebbero saltati sulle sue braccia, spezzandogliele.

L’arrestato si trova in carcere perché accusato di aver malmenato a sangue un giovane sospettato di aver rubato uno scooter.

TORNA ALLA HOME E VISITA LA PAGINA FACEBOOK