Allergie di primavera: i cibi consigliati e quelli da evitare

Allergie di primavera: i cibi consigliati e quelli da evitare

I consigli di una biologa/nutrizionista napoletana


allergie

NAPOLI – La primavera, meravigliosa stagione per godersi inizio delle lunghe giornate di sole senza in caldo afoso estivo, ma nemica per coloro che soffrono di diverse allergie date proprio da questo periodo. Come ogni anno, i soggetti allergici, combattono contro graminacee, noccioli ed altri pollini: talvolta trasformando questa battaglia come una ricerca di un qualcosa che ne ponga la fine, o almeno che conceda una pausa.

Uno dei metodi per contrastare il periodo di allergie, è l’alimentazione. Secondi alcuni studi effettuati dalla nutrizionista napoletana, Benedetta, assumere determinati cibi potrebbe diminuire l’effetto delle allergie. “In genere siamo esperti nell’uso di farmaci per combattere i disturbi di occhi, bocca e vie aeree che sono le sedi più colpite, ma siamo molto meno attenti del ruolo che una dieta corretta può svolgere nel migliorare i sintomi e ridurre la frequenza degli episodi acuti”, così dice la nutrizionista, consigliando quindi di prestare attenzione anche all’alimentazione dato che in alcuni casi allergia ai pollini significa anche allergia ad alcuni alimenti vegetali.

La soluzione proposta è quindi quella di modificare la propria dieta almeno nel periodo interessato. Ad esempio è consigliato eliminare lo zucchero di canna, prestare attenzione all’amido di mais utilizzato spesso negli alimenti come addensante, eliminare latte e derivati, eliminare carne di maiale ed insaccati, e ridurre il consumo di frutta secca. Invece è consigliabile mangiare pesce, evitando i crostacei che sono alimenti definiti istamino-liberatori, verdure e legumi.

FOTO DI REPERTORIO

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage