Bimba in ospedale con mal di pancia, poi la scoperta: violentata dal nonno

Bimba in ospedale con mal di pancia, poi la scoperta: violentata dal nonno

Da approfondire anche il sospetto coinvolgimento nella vicenda di altri famigliari


nonno

ATESSA (CHIETI) – I genitori la portano  in ospedale perchè la piccola accusava dei forti mal di pancia, qui però, la terribile scoperta: la bimba è stata violentata. Ad abusare del corpicino della bimba di 11 anni, colui che avrebbe dovuto sempre proteggerla, il nonno. L’uomo, un 80enne del posto è stato arrestato dai carabinieri della locale compagnia.

Quei giochi proibiti a cui il nonno ottantenne l’avrebbe sottoposta nei mesi scorsi le procurava tanto dolore alle parti intime. Così la piccola, di 11 anni, se ne lamenta con la mamma che l’accompagna in ospedale dove i sanitari, con grande sconcerto, alla fine sono stati costretti ad acclarare e certificare che la piccola ha subito violenza sessuale. Messo in piedi un iniziale quadro probatorio, il pm di Lanciano Serena Rossi ha chiesto e ottenuto dal gip Massimo Canosa gli arresti domiciliari per il presunto nonno pedofilo.

Una inchiesta portata avanti dai carabinieri della compagnia di Atessa tanto delicata quanto squallida su cui la stessa procura mantiene uno stretto riserbo. Fatti avvenuti in un comune sagrino. Ieri in tribunale, secondo quanto riporta Il Mattino, il nonno è stato sottoposto a interrogatorio di garanzia, con l’accusa di violenza sessuale aggravata su minore, durante il quale ha respinto la grave accusa. Per ora il nonno resta sottoposto alla misura cautelare scattata l’antivigilia di Pasqua e dove si trova da sei giorni. Da approfondire anche il sospetto coinvolgimento nella vicenda di altri famigliari.

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage