Carabiniere preso a sprangate sulla testa durante una rapina: coppia arrestata

Carabiniere preso a sprangate sulla testa durante una rapina: coppia arrestata

Nonostante il colpo subito, il militare ha impedito la fuga in moto dei malviventi che hanno tentato di scappare a piedi approfittando del buio


LIVORNO –  Una coppia, Gianni Esposito 34enne originario di Napoli, e Rachela Travisano 44enne di Rosignano, è stata arrestata dai carabinieri di Cecina: l’uomo ha tentato di rapinare un supermarket e poi ha aggredito un carabiniere mentre la compagna ha fatto da palo su una motocicletta.

Erano le 3.30 del 27 aprile quando l’appuntato Nicolino Gagliardi della stazione di Castiglioncello ha sentito degli strani rumori provenire dal supermercato sotto casa sua. Una volta sceso si è accorto di un uomo intento a scardinare la porta di accesso del negozio mentre la complice faceva da palo su una motocicletta.

Il carabiniere, dopo essersi qualificato, ha tentato di fermare il malvivente che, per evitare la cattura, si è scagliato contro il militare dell’Arma con una spranga di ferro colpendolo violentemente alla testa, nella zona retrostante l’orecchio destro.

Nonostante il colpo subito, Gagliardi ha impedito la fuga in moto dei malviventi che hanno tentato di scappare a piedi approfittando del buio. La loro fuga però è durata ben poco visto che sono stati arrestati dalla compagnia di Cecina.

Il carabinieri ferito invece è stato accompagnato al pronto soccorso dove è stato refertato con dieci giorni. Per la coppia sono scattati gli arresti domiciliari con le accuse di rapina aggravata e la violenza a pubblico ufficiale.