Lo uccisero per una liason con la moglie del boss: condannati a 30 anni

Lo uccisero per una liason con la moglie del boss: condannati a 30 anni

L’omicidio non sarebbe quindi scaturito per questioni camorristiche


amendola

NAPOLI – Passato dall’ergastolo a 30 anni, questo è la decisione presa dalla corte d’Assise d’Appello per Gaetano Formicola, il baby boss del clan di San Giovanni a Teduccio. Al Formicola e al suo complice, Giovanni Tabasco, furono condannati all’ergastolo dopo una prima sentenza per l’omicidio di Vincenzo Amendola, il 18enne costretto a scavarsi la sua stessa fossa.

Sembrerebbe che durante il corso di un secondo processo, i due imputati difesi dai rispettivi penalisti abbiano visto cadere l’accusa di aver agito secondo richieste di camorra. Il giovane ragazzo di 18 anni, Vincenzo Amendola, fu ucciso perché era legato sentimentalmente ad una donna della famiglia dell’imputato.

 

Resta aggiornato con le notizie de Il Meridiano News: clicca qui

Diventa fan su Facebook, clicca Mi Piace sulla nostra fanpage