Il Napoli contro il Cagliari per un finale di stagione in crescendo

Il Napoli contro il Cagliari per un finale di stagione in crescendo

Contro la squadra sarda guidata da Maran, gli azzurri cercheranno di confermare la bella vittoria contro il Frosinone anche per riconciliarsi conla tifoseria. Rientrano Albiol ed Insigne


NAPOLI – Il rischio che questo Napoli v Cagliari possa passare completamente in sordina è altamente concreto. Un incontro tra due squadre che, a questo punto della stagione, non hanno più nulla da chiedere: il Napoli ha ormai raggiunto anche l’aritmetica certezza di un posto privilegiato di Champions League e, grazie al pareggio dell’Inter ad Udine, la tranquillità di mantenere il secondo posto (a dire il vero, mai stato in discussione); l’altra squadra, il Cagliari di Maran, virtualmente salvo, è già in vacanza da un bel po’, forte dei suoi 40 in classifica.

Che partita vedremo al San Paolo?
Da due squadre che si trovano in determinate condizioni di classifica è lecito aspettarsi, dunque, due tipi di partita: o altamente spettacolare o altamente noiosa. Stasera, al San Paolo, il risultato sarà un fattore relativo ma, per il Napoli, conquistare i tre punti sarà importante per cercare, per quanto possibile, lo strappo con la tifoseria, avvenuto in maniera netta ed inequivocabile con la diserzione dello stadio, i fischi ad Insigne e la contestazione post-gara contro l’Atalanta, prima, e con l’indecoroso episodio della maglia rifiutata di Callejon, a Frosinone poi. Per non parlare dei numerosi striscioni contro la società esposti in città.

Una vittoria per la “pace”
Clima teso a Napoli e, naturalmente, non basterà una vittoria contro il Cagliari per cambiare le cose, ma sicuramente un finale di stagione in crescendo potrebbe aiutare a riportare il sereno e alla riconciliazione tra tifosi e squadra, nonostante la stagione non sia andata come da aspettative, ed in attesa dell’estate e del calcio-mercato, i cui spifferi si sentono già abbastanza chiari nell’aria, qui a Napoli; le voci che circolano sui pezzi pregiati azzurri, potrebbero essere i possibili sacrifici in nome della rivoluzione ancelottiana, prevista per la stagione 2019-2020.

Rientrano Albiol ed Insigne

Contro il Cagliari, Ancelotti potrebbe riproporre Albiol dal primo minuto, dopo il rientro in campo del centrale spagnolo, nel finale di gara di Frosinone. E potrebbe rientrare Insigne, dopo le assenze contro

Milik a segno alla Sardegna Arena

Atalanta e lo stesso Frosinone; per il numero 24 azzurro, al centro delle polemiche in queste settimane, finalmente tornerà a parlare il campo ma per lui è previsto il duro ballottaggio con Mertens, attualmente uno degli uomini più in forma a disposizione di Ancelotti, così come Younes, in rete allo Stirpe e migliore in campo la scorsa settimana. Giusto puntare sulle certezze di questo Napoli ma, al tempo stesso, sperimentare qualcosa di nuovo, magari proponendo anche Gaetano, che sta facendo cose eccellentio in Primavera.

I precedenti con il Cagliari
I precedenti parlano a favore del Napoli. La scorsa stagione, al San Paolo, finì con un perentorio 3:0 per gli azzurri (gol di Hamsik, Mertens e Kouliobaly). L’ultima volta che i sardi sono tornati a casa con qualche punto risale alla stagione 2014-2015: fu uno spettacolare 3:3, era il Napoli di Benitez e di Higuain e ai gol dello stesso Higuain, Inler e De Guzman risposero Ibarbo e due volte Farias. Dunque, sulla carta un impegno dal coefficiente di difficoltà abbastanza basso, ma proprio in queste partite c’è il rischio della brutta figura ed il Napoli, pur essendo a fine stagione, non può più permettersene.


RESTA AGGIORNATO, TORNA ALLA HOME PAGE E CLICCA SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK