Terrore a Scampia, picchia moglie e figli e minaccia di far esplodere palazzo: arrestato

Terrore a Scampia, picchia moglie e figli e minaccia di far esplodere palazzo: arrestato

L’uomo da anni maltrattava fisicamente e psicologicamente la moglie e i propri figli tanto da indurre gli stessi a trovare rifugio presso una località a lui sconosciuta


SCAMPIA – Ieri pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Scampia hanno eseguito una Ordinanza di Custodia Cautelare in Carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura nei confronti di un 48enne napoletano, in quanto  gravemente indiziato dei reati di maltrattamenti e condotta persecutoria in danno alla convivente.

I poliziotti, in seguito ad una attenta attività investigativa, coordinati dalla Sezione “Fasce Deboli” della locale Procura, hanno accertato che l’uomo da anni maltrattava fisicamente e psicologicamente la moglie e i propri figli tanto da indurre gli stessi a trovare rifugio presso una località a lui sconosciuta.

Gli agenti hanno accertato, altresì, che il 48enne ha più volte minacciato anche i propri familiari e persino i condomini del suo palazzo minacciando di farlo esplodere, per cercare di capire dove si nascondesse la donna con i propri figli.

L’uomo è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Poggioreale