Fontane della vergogna a Napoli: ridotte ad acquitrini o trasformate in piscine

Fontane della vergogna a Napoli: ridotte ad acquitrini o trasformate in piscine

Nonostante le polemiche le fontane della rotonda Diaz continuano ad essere usate come piscine dagli incivili che, in costume da bagno, vi si tuffano e stazionano all’interno della vasca


NAPOLI – Nonostante le polemiche le fontane della rotonda Diaz continuano ad essere usate come piscine dagli incivili che, in costume da bagno, vi si tuffano e stazionano all’interno della vasca. Un modo di fare che è un affronto al decoro della città. Tale vergogna è associabile ad un caso diverso ma, allo stesso modo, rappresenta un grave danno all’immagine della città.

La fontana del Tritone in piazza Cavour è ridotta ad un acquitrino, con acqua putrida e rifiuti al suo interno. Basta guardarla per pochi secondi per evincere che la manutenzione manca da chissà quanto tempo”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Abbiamo segnalato il caso della fontana del Museo al Comune di Napoli, chiedendo di restituirle dignità a strettissimo giro. Per quanto riguarda le fontane della rotonda Diaz, invece, possiamo solo affidarci ad una presa di coscienza da parte degli individui che l’hanno adibita a piscina. Sarebbe ridicolo, infatti, chiedere alla polizia municipale di mettere degli agenti a guardia di una fontana a causa di alcuni cittadini che non riescono a comprendere che il bagno va fatto a mare”.