Colpo di fucile alla tempia, mistero sulla morte di un cacciatore

Colpo di fucile alla tempia, mistero sulla morte di un cacciatore

Diverse le ipotesi al vaglio degli inquirenti, dallo sparo accidentale al suicidio


fucile

GRAGNANO – Sulla morte di Gaetano Scala, 64enne agricoltore di Gragnano, indagano i carabinieri della locale stazione. L’uomo è stato ritrovato cadavere dai familiari nella propria tenuta sui monti Lattari, fatale il colpo di arma da fuoco alla testa che sarebbe partito, secondo le prime indiscrezioni, da un fucile in regolare possesso della vittima.

Scala, esperto cacciatore, potrebbe aver provocato lo sparo in maniera tragicamente fortuita, a seguito di una caduta accidentale, forse da un albero: questa la pista più battuta dagli inquirenti, che escluderebbe quindi l’ipotesi suicidio o quella di un agguato in cui Gaetano sarebbe finito. Al momento, però, non è ancora possibile ricostruire l’esatta dinamica e stabilire la verità.

La salma dell’uomo è stata sequestrata su disposizione del magistrato, per consentirne l’esame autoptico. Intanto vengono ascoltati i familiari.

TORNA ALLA HOME PAGE E SEGUICI SU FACEBOOK