Dieta, focus sugli integratori alimentari e i rischi dei consigli delle coach fai da te

Dieta, focus sugli integratori alimentari e i rischi dei consigli delle coach fai da te

Le interessanti risposte sull’efficacia di questi prodotti della dott. Giovanna Riccardi


giovanna riccardi integratori

A chi non è mai capitato, l’amica, la cugina o chi esso sia, che cerca di propinare integratori con l’illusione di un forte dimagrimento o di miglioramento dello stile di vita?  Ma che competenze hanno questi coach per dispensare consigli? Molto spesso nessuna perchè, nonostante il loro ripetere che siano naturali… naturale non sempre vuol dire innocuo!

giovanna riccardiIl problema risiede, soprattutto, nelle consulenze alimentari del tutto improvvisate e superficiali, dispensate senza alcuna competenza, e spesso accompagnate da foto-testimonianze ingannevoli di prima e dopo il dimagrimento. Immagini realizzate con pose studiate a puntino, inquadrature ricercate per nascondere la pancia e cambiamenti di luce per far apparire importanti, perdite di peso modeste o inesistenti.

Ma, nessun venditore chiederà l’anamnesi patologica prima di vendere un loro prodotto! Nessun venditore chiederà la composizione corporea per tarare al meglio la dieta e dare un giusto apporto proteico con i sostitutivi pasto a base proteica o indagherà se ci sono effettivamente carenze vitaminiche e di minerali, visto che in teoria andrebbero utilizzati gli integratori, in caso di carenze specifiche.

Si ricordi che alcune vitamine, quando presenti in eccesso, vengono escrete tramite le urine, in questo caso assumere integratori inutilmente produrrà urine molto concentrate ed ad affaticare i vostri reni inutilmente.

All’articolo 2 del Decreto Legislativo n° 169 del 21 Maggio 2004 viene dichiarato che: “ai fini del presente decreto si intendono per «integratori alimentari» i prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta  e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in particolare ma non in via esclusiva aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate”.

giovanna riccardiTuttavia Supplementi dietetici per la perdita di peso e integratori sembrano essere il futuro al giorno d’oggi e questo settore è tormentato dalla mancanza di regolamenti e ignoranza per quanto riguarda i componenti degli integratori. Rapporti di insufficienza epatica, insufficienza renale e peggioramento delle malattie croniche nei pazienti che consumano questi supplementi stanno affiorando recentemente e ci fanno dubitare della credibilità di questi prodotti.

Gli integratori a base di erbe potrebbero contenere sostanze che possono interagire con farmaci già assunti dal paziente. Poiché la maggior parte dei pazienti non rivela il fatto che consumano integratori, il rischio di interazione tra farmaci è notevolmente elevato. Anche la contaminazione di prodotti a base di erbe con Bacillus cereus epatotossico è considerata un fattore di rischio per lo sviluppo di danno epatico. La tossina emetica del Bacillus cereus , causa insufficienza epatica. La contaminazione non intenzionale da pesticidi, fertilizzanti e metalli pesanti può anche causare tossicità epatica indesiderata nei consumatori

La maggior parte dei casi di tossicità indotta da integratori tende a passare inosservata a causa della mancanza di applicazione, prove scientifiche, conoscenze tra operatori sanitari e pazienti.giovanna riccardi

In conclusione,  come detto dall’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran): “Finora nessuno studio ha dimostrato che la somministrazione dei singoli componenti sotto forma di integratori possa dare gli stessi effetti benefici che sono associati all’ingestione di frutta e vegetali”.

Quindi a meno che non siate astronauti in orbita nello Spazio, i cibi naturali restano imprescindibili per una dieta sana, anche quando vogliamo perdere peso, senza pagare pegno in salute; mentre i prodotti sintetici lasciano il tempo che trovano, a meno che non si stia seguendo una determinata terapia, motivata da condizioni fisiche, come nel caso della dieta chetogenica. Si tratta però di eccezioni che solo medici e nutrizionisti possono accertare.

DOTT.SSA GIOVANNA RICCARDI

Farmacista, Biologa, Nutrizionista

RICEVE A:
  • NAPOLI – via Simone Martini, 74 (Vomero)
  • NAPOLI – corso Bruno Buozzi
  • SANT’ARPINO – via Alcide De Gasperi

SEGUIMI SU INSTAGRAM

SEGUIMI SU FACEBOOK

 

GLI ALTRI ARTICOLI DELLA RUBRICA

Dieta, è drenanti mania. Cosa c’è da sapere sui prodotti più richiesti dell’estate

Di corsa per la prova costume: quando il troppo allenamento può sortire l’effetto contrario