Due gemellini campani ingaggiati dal Barcellona: faranno parte della “Cantera”

Due gemellini campani ingaggiati dal Barcellona: faranno parte della “Cantera”

Studieranno in Spagna e avranno l’opportunità di crescere in un club che, grazie anche alle normative internazionali, può permettersi di ingaggiare talenti fin da piccoli


CASTELLAMMARE DI STABIA – Francesco e Marco Fiore, gemellini di 10 anni di Scafati, si trasferiranno in Spagna alla Cantera del Barcellona, in uno dei club più prestigiosi al mondo. I due gemellini, esterni di centrocampo, l’uno a destra e l’altro a sinistra, fanno parte dello Stabia Academy, la scuola calcio creata da Gennaro Iezzo, ex portiere del Napoli, nella sua Castellammare. E’ stato proprio grazie a Iezzo e ai suoi rapporti con i club internazionali, tra i quali proprio il Barcellona, che i gemelli Fiore sono stati selezionati per trasferirsi in Spagna, dove resteranno almeno tre anni. Nei due anni trascorsi allo Stabia Academy di Iezzo, i due esterni sono cresciuti molto sia sotto il profilo umano che tecnico e il club spagnolo ha deciso di investire su di loro, addirittura proponendogli il trasferimento nella città catalana per far parte della Cantera azulgrana.

Nell’ultimo anno, più volte, i gemelli Fiore sono stati osservati dagli emissari del Barcellona, che hanno fiutato l’affare per i due talenti. Saranno gli unici due italiani presenti a La Masia, sede della Cantera, a partire da settembre; studieranno in Spagna e avranno l’opportunità di crescere in un club che, grazie anche alle normative internazionali, può permettersi di ingaggiare talenti fin da piccoli, senza attendere i 14 anni che servono in Italia, a meno che non si trasferiscano le intere famiglie cambiando la loro residenza.

Quello del trasferimento di Francesco e Marco Fiore è solo uno dei colpi che lo Stabia Academy negli anni ha messo a segno, fornendo talenti a diversi club professionistici. D’altronde Gennaro Iezzo, che ha vissuto una carriera tra i campi della serie A, rappresenta una garanzia.

Resta aggiornato con le notizie de ilmeridianonews.it, seguici su FACEBOOK, clicca QUI