Icardi, James ed Elmas i nomi caldi in casa Napoli, nonostante il freddo di Dimaro

Icardi, James ed Elmas i nomi caldi in casa Napoli, nonostante il freddo di Dimaro

A Dimaro gli azzurri faticano con i primi allenamenti della stagione, ma Giuntoli, De Laurentiis ed Ancelotti non perdono di vista il mercato. James si può fare, Elmas ancora di più; Icardi un sogno realizzabile?


DIMARO – Mentre in Trentino il ritiro del Napoli è iniziato tra vento e piogge torrenziali, nella stanza dei bottoni la temperatura è rovente e destinata ad alzarsi ulteriormente. De Laurentiis e Giuntoli lavorano a stretto contatto e, in piena sinergia con Ancelotti, stanno programmando il futuro del club azzurro nel brevissimo periodo.

Le trattatative imbastite sono molteplici ed i nomi in ballo sono quelli forti, quelli che come affermato da Ancelotti, durante la sua prima conferenza stampa stagione, “…permettono di alzare l’asticella”. E a tale proposito Giuntoli è partito in avanscoperta, con destinazione Madrid, per dare il colpo di reni alla trattativa che dovrebbe portare James Rodriguez in maglia azzurra.

L’improvviso interesse dell’Atletico Madrid per il “bandido” ha risvegliato il Napoli dal torpore nel quale si stava impelagando, contando (forse troppo) sulla sua volontà del ragazzo di trasferirsi e non troppo delle esigenze del Real Madrid di monetizzare in tempi brevissimi. L’inserimento della sponda “colchonera” di Madrid non sembra troppo convinto, onestamente parlando, anche perchè da quelle parti hanno già i loro problemi nella soluzione dell’enigma Griezmann, promesso sposo del Barcelona, ma costretto a ricorrere a certificati medici fittizi per non partecipare al ritiro della squadra di Simeone, spingendo dunque per il trasferimento in Catalonia.

D’altra parte, sembrerebbe anche strana la propensione del Real Madrid a rinforzare una squadra potenzialmente concorrente alla lotta per la prossima Liga, men che meno se si tratta dell’odiata “cuginanza” madrilena. Ergo, viene da pensare che il tutto sia una trama orchestrata da Florentino Perez per far lievitare il prezzo di James. Per certi versi, una “provvida sventura” se servirà a mobilitare le acque e dare l’accelerata decisiva al trasferimento, per il quale resta un velato ottimismo.

Ma se c’è ottimismo per la riuscita dell'”affaire Rodriguez”, ce n’è ancora di più per quello legato a Elif Elmas, centrocampista del Fenerbahce, obiettivo che Giuntoli ha messo nel mirino e che è pronto a chiudere, per garantire un tassello importante nella costruzione del nuovo centrocampo partenopeo. Per il centrocampista macedone di origine turca, 40 presenze e 4 gol con la maglia del Fenerbahce; numeri che hanno spinto il club azzurro a muoversi per portarlo a Napoli. Per il ventenne Elmas, il Napoli pagherebbe 15-18 milioni al Fenerbahce e un milione a stagione al ragazzo per un contratto quinquennale.

Icardi-Napoli: sogno o realtà?

Il potenziale acquisto di Elmas, frenerebbe quello di Almendra che il Napoli tiene in stand-by da Gennaio e forse anche quello di Veretout, per il quale Roma e Milan sembrano essere più interessati (almeno al momento) della società partenopea. Si vocifera dell’interessamento per un giovane centrocampista uruguaiano, Francisco Ginella, ventenne in forza ai Wanderers di Montevideo.

Il piatto forte di questio giorni è però un altro. Quel Maurito Icardi che da semplice suggestione di mercato può diventare un target di giorno in giorno sempre più concreto. De Laurentiis ed Ancelotti non hanno mai dichiarato di disprezzare il talentuoso centravanti, messo nella “black-list” di Conte e Marotta. Il presidente vorrebbe “regalare” un pezzo importante ad Ancelotti che, almeno virtualmente, proietterebbe il Napoli in concorrenza diretta con la Juventus per la vittoria dello Scudetto. Ma siamo sicuri che Mauro sia la scelta giusta?

Al di là dell’aspetto prettamente economico dell’operazione (l’Inter chiede almeno 50-60 milioni per il suo ex-capitano, mentre Wanda Nara avrebbe chiesto almeno 8 milioni annui per accettare l’eventuale nuova destinazione), andrebbero considerati anche altri aspetti, non solo di natura tecnico-tattica ma soprattutto comportamentali e disciplinari, ovvero i motivi per il quale Icardi non fa più parte del nuovo progetto nerazzurro targato Conte. Il Napoli ha sempre fatto della compattezza dello spogliatoio e della coesione del gruppo i suoi principali capisaldo. Sarebbe accettabile il rischio di prendere un calciatore che, per quanto bravo, può rappresentare in questo senso, una bomba ad orologeria? E’ un dubbio lecito che a Dimaro è stato sicuramente affrontato. Sarà il tempo a far capire il vento-Icardi in quale direzione soffierà: se verso Napoli o verso Torino dove Sarri lo accoglierebbe a braccia aperte, dopo aver accarezzato il sogno di allenarlo qualche stagione fa. Vedremo.

Per quanto riguarda il reparto-uscite, i nomi in partenza sono sempre gli stessi per i quali si attendono acquirenti seri e realmente interessati. Per Hysaj c’è sempre aperta l’opzione Atletico Madrid, per il momento l’unica società che ha mostrato un certo interesse per il laterale albanese. Verdi è invece appetito da Sampdoria e Torino, mentre Cagliari e Genoa continuano nel loro corteggiamento per Marko Rog. Gli isolani hanno ammiccato anche a Ounas ma l’impressione è che, per l’algerino, si attende l’esito della Coppa d’Africa, per capire se ci sia l’opportunità di monetizzare al meglio un eventuale operazione in uscita, alla luce del buonissimo torneo finora disputato dal fantasista.

RESTA AGGIORNATO, TORNA ALLA HOME PAGE E CLICCA SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK