Omicidio della piccola Fortuna, in carcere la compagna di Raimondo Caputo

Omicidio della piccola Fortuna, in carcere la compagna di Raimondo Caputo

Definitiva la sentenza secondo la quale Fabozzi dovrà scontare 10 anni di reclusione per complicità in violenza sessuale sulle figlie


CAIVANO – Questa mattina i carabinieri della tenenza di Caivano hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della procura di Napoli a carico Marianna Fabozzi (in basso a destra nella foto a corredo dell’articolo), 35enne del “Parco Verde” di Caivano, già agli arresti domiciliari per le vicende connesse alla morte della piccola Fortuna Loffredo. Rigettato il ricorso presentato dalla donna, la Corte di Cassazione ha reso definitiva la sentenza secondo la quale Fabozzi dovrà scontare 10 anni di reclusione per complicità in violenza sessuale sulle figlie. Arrestata, la donna che è la compagna di Raimondo Caputo, detto Titò, che sta scontando l’ergastolo per le violenze e l’omicidio di Fortuna Loffredo, la bambina di 6 anni morta dopo un volo dal tetto di un edificio del Parco Verde di Caivano il 24 giugno 2014, è stata tradotta al carcere di Pozzuoli.

Resta aggiornato con tutte le nostre news, seguici su FACEBOOK, clicca QUI